La band ufficialmente nata alla fine del 2011, inizia subito a farsi spazio nell’underground italiano suonando in giro per l’Italia e riscontrando immediato seguito soprattutto nella loro città natale. Nel maggio del 2013 lanciano il primo Ep “In fuga verso il confine” con la produzione artistica di Marco Bertoni, tastierista dei Confusional Quartet nonché produttore anche di artisti del calibro di Morgan, Subsonica e Motel Connection. L’Ep viene accolto positivamente dalla critica che lo considera uno dei migliori lavori emergenti del 2013 e la band viene considerata da subito la futura next big thing del panorama italiano. Nel tour che segue, la band riesce a riempire il leggendario Covo Club di Bologna a calcare palchi come quello dell’Estragon e del Circolo Degli Artisti e di partecipare a numerosi festival come il Frogstock insieme ai Marta Sui Tubi. I successivi singoli “Come un laser” e “Campo 38″, segnano la progressiva crescita del gruppo. Il sound è sempre influenzato dall’alternative pop/rock di stampo britannico, ma l’apporto dell’elettronica (synth, sampler, drum machine…) è maggiore. I testi di Alessandro Brancati rimangono comunque in italiano e raccontano il mondo che gira intorno la sua generazione, ma la ricerca sul suono si affina Il secondo Ep “Poco tempo per sopravvivere” esce ad Aprile 2015, distribuito in digitale dalla piattaforma Believe.