Levia L'elicottero e il silenzio (confessioni di un pilota) Ascolta e Testo Lyrics

Levia L'elicottero e il silenzio (confessioni di un pilota) Ascolta e Testo Lyrics

band
Cantautore, Pop, Indie 

Salerno, Campania
info@leviagravia.it

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Il tramonto è una minaccia.
Un altro giorno come questo non lo reggo più.
Il Paese ha la mia faccia mentre taglio il sud.
L'orizzonte sembra un velo ed il cielo è un gigante
che si stende sull'Europa, la carezza di un amante.

L'elicottero e il silenzio
(chiaramente sopra al mare l'eco non ci sta),
sono io che invento il vento e il tempo che verrà:
come in mare, così in terra e così sia...

Non mi pare di volare dolcemente sopra al mare
ma su un mostro scuro senza carità
e assisto a un altro sacrificio che decidono d'ufficio
al Ministero della Disumanità.
Ma fintanto che sorvolo mi conforto che son solo
a digerire tutta questa crudeltà,
quando poi atterro al letto certamente non m'aspetto di dormire...

Il mare è un muro, il mare è un fosso,
sembra un cielo alla rovescia visto da quassù.
Poveri angeli, ripeto spesso, poi non ci penso più.
Denti bianchi come stelle tra la schiuma e la speranza.
A ciascuno il proprio dio, ma qui ci sono io...

Non mi va di ritornare a questo maledetto mare
mentre mi domando chi perdonerà
questi abbracci senza stretta, questa pelle mai più asciutta,
dimmi, chi ci salverà?
Finché il mare avrà il coraggio di fermare questo viaggio
ci risparmierà, con questa cortesia,
di scoprirci più sicuri nella nostra ipocrisia...

Il tramonto è una minaccia,
e un'altra notte come questa non la reggo più....



Album che contiene L'elicottero e il silenzio (confessioni di un pilota)

album L'altro capo - Levia
L'altro capo 2019 - Cantautore I Make Records

Guarda il video Vai all'album Vai alla recensione

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    aggiungi ai tuoi preferiti