Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

“Rizoma contro Albero”, il ritorno di Libera Velo
(Octopus records / Audioglobe)

Collaborazioni eccellenti e contaminazioni tra folk, blues, psichedelia e teatralità: dopo una pausa di tre anni, la splendida voce di Libera Velo torna con il suo secondo album, in uscita il 31 gennaio 2013 per l’etichetta Octopus Records. Su Youtube sei estratti di anticipazione.

“Un rizoma anche in condizioni sfavorevoli rigenera nuove piante. Ogni rizoma ha la sua riserva che dà forza e longevità”. Si presenta così “Rizoma contro Albero”, il secondo album che segna il ritorno sulla scena musicale di Libera Velo, in uscita il 31 gennaio 2013 dopo una pausa “biologica” - nel 2010 la cantante ha avuto una splendida bambina - durata tre anni.

Prodotto dall’etichetta Octopus Records, “Rizoma contro Albero” è anticipato da un promo su Youtube, con sei estratti dalle dieci canzoni presenti nell’album (“Puca”, “Memo Bizzarra”, “Questo mio essere brillante e di fiducia piena”, “Il Punctum”, “The wise child”, “Zenzero 6”).
Brani dal suono misto e ibrido, tra storie di amore e pazzia, sesso rizomatico e laicismo concreto, fotografia e memoria storica. Il tutto miscelato nell’autoironia creativa tipicamente meridionale.
A dettare la linea, una forte componente di contaminazione: un radicamento nel blues dal basso, con sprazzi improvvisi di folk-psichedelico e teatralità da musical, logoranti parole in calde sonorizzazioni, a cui fa capo un modo naturale e antivirtuoso di concepire strumenti, voci e rumori.

Registrato e mixato al Key-lab di Giugliano (NA), il disco si avvale delle collaborazioni eccellenti che racchiudono il meglio della scena musicale indipendente campana: Antonio Alfano, Dario Sansone dei Foja, Pietro de Cristoforo e Fulvio Di Nocera dei Songs for Ulan, Marta Riccardi, Renato Minale e Giuseppe Fontanella dei 24 Grana, Sasha Ricci dei 99 Posse, Alessandro Innaro, Claudio Domestico degli Gnut, Ciro Riccardi degli Slivovitz.
L'artwork del disco è stato curato da Roberta Della Volpe. La copertina è di Dario Sansone.

Credits

TRACKLIST:
1. Puca
2. Memo bizzarra
3. Con te me la prendo
4. Questo mio essere brillante e di fiducia piena
5. Il Punctum
6. The wise child
7. Jimmy’s blues
8. Demiurga
9. Mi piace il suo vestito
10. Zenzero 6

Libera Velo: voci, kazoo e ukulele in 7, toy piano in 8, foot taping in 1, 7
Antonio Alfano: chitarre acustiche, bullonate ed elettriche, lap steel
Renato Minale: batteria e tamburin
Marta Riccardi: basso in 2, 5, 9, 10
Alessandro Innaro: basso in 1, 3
Fulvio Di Nocera: contrabbasso elettrico in 2, 4
Fausto Ferrara: organetto in 1, piano in 3
Sasha Ricci: piano in 4
Dario Sansone: voce in 3
Claudio Domestico: voce in 5
Pietro de Cristofaro: voce in 6
Giuseppe Fontanella: chitarre in 6
Ciro Riccardi: tromba in 10
Aurora Arenare: trombone in 10

canzoni e produzione artistica di Libera Velo
registrato, mixato e masterizzato da Giuseppe Fontanella al Key-lab di Giugliano in Campania (NA)
artwork di Roberta Della Volpe / illustrazione di copertina di Dario Sansone / foto di Max Schleier
testo di "The wise child" di Pietro de Cristofaro (traduz. Alessandro Belluccio) / "Jimmy's blues" è di "Little" Laura Dukes

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati