(basso + pianoforte + synth+ drum machine)*distorsione + voci dagli inferi = Lilith = La Rovina del Mondo

Alice Cusi: voce, piano, drum machine
Annalisa Liuzzi: basso, drum machine, cori

Lilith e' un duo sperimentale in cui bassi distorti, pianoforti effettati, synth e drum machine si scontrano violentemente dando origine a uno spettacolo tiratissimo, che non lascia spazi a respiri, sospeso tra video proiezioni, atmosfere timburtoniane, noise-rock, dark e industrial.

Per terra, tra la gente e vicina alle persone, la dimensione live di Lilith le Morte ha come obiettivo la catarsi delle anime, per mezzo di un insieme oscuro e destabilizzante, rumoroso ed energico, di vibrazioni, parole e immagini: questa sorta di purificazione liberatoria, infatti, e' il motivo profondo della nascita del progetto, oltre che tema ricorrente delle canzoni.

Alice e Anna suonano insieme dal 2000 e nel 2012 decidono di sperimentare nuove sonorità. Scelgono di battezzare questo nuovo progetto con il nome del demone femminile e femminista per eccellenza, Lilith.
Sono anche Le Morte, per richiamare il mondo dell’aldilà, proponendo un esorcismo della morte stessa, intesa come privazione dell’energia vitale a cui è soggetto l’essere umano, intrappolato in strutture ipocrite e meccanismi negativi imposti dalla società.

Lilith Le Morte ha pubblicato nella primavera del 2013 un EP, dal titolo “777” contenente 3 brani inediti.
Nell'estate 2016 Lilith entra all'Igloo Audio Factory per registrare con Andrea Sologni e Francesco Angelini l'album d'esordio del progetto, masterizzato da Andrea Suriani (Alpha Dept. Studio), uscito il 24/02/17 su cd e in digitale per Swiss Dark Nights e in seguito su vinile e musicassetta per Toten Schwan Records. L’uscita del disco e’ stata accompagnata dal videoclip del brano “onironauti” (https://www.youtube.com/watch?v=sISG5WxEeF4 ). Attualmente Lilith Le Morte sta presentando il nuovo lavoro dal vivo.

L'approccio del progetto a tutto ciò che lo riguarda è totalmente Do It Yourself.
Lilith le Morte, infatti, crea e cura musica, videoproiezioni e videoclip in totale autonomia.

Come Closer. Stay Human.


“Queste ragazze sono geniali [...] In sintesi, David Lynch a cena con i Kmfdm.” (Rumore)

"Duo femminile italiano dedito ad un sound senza compromessi [...] La loro è una musicalità sofferta e avara di melodie, che potrebbe ricordare una versione più industriale dei vecchi Ustmamo [...] “ (Rockerilla)

"[...] risultato della sperimentazione folle e delirante [...] all'insegna della totale libertà compositiva che, con una
spregiudicatezza anarcoide, arriva dritto all'ascoltatore [...]"(Ascension)

"Raccontano un universo rarefatto le Lilith. Raccontano le donne nel loro lato più forte e ricco di Sfumature. [...] Una parentesi nuova, un intero mondo da raccontare. Album da ascoltare. In loop." (Tuttorock)

“[...]un interessante ibrido tra musiche d’ambito dark & gloomy e un approccio quasi punk per intensità e essenzialità che non disdegna un atteggiamento molto teatrale [...]” (Sentireascoltare)

"The debut album from Italian duo Lilith Le Morte is full of experimentation, dark feelings and some ‘horror movie’ vibes. [...] Lilith Le Morte are certainly unique." (Punk Online)

"[...] Le nostre hanno un vigore che spesso rasenta la furia, i loro arrangiamenti sono all’insegna della distorsione e del noise con un basso sporco e aggressivo che è una meraviglia ed un piano che a volte pare vagare in ogni direzione [...] un disco sincero, fresco e anticonformista." (Versacrum)