Descrizione

Il titolo dell’album, le vie dell’insonnia è già una spiegazione: la maggior parte dei dieci brani sono nati mentre il resto del mondo dormiva. E’ un album dalla musicalità varia, che parte da una radice pop-cantautorale che in ogni brano viene macchiata con qualcos’altro, toccando rock ed elettronica, sfiorando swing e folk, si va dal pezzo ritmato e pieno di cambi di tempo repentini a quello etereo e sofisticato, senza perdere mai di vista il senso della melodia. Il filo conduttore tra i brani dell’album è uno stato d’animo incline a colorarsi di grigio, costantemente in bilico tra ansia, autocontrollo, ossessioni, percezione alterata della realtà: se ne parla utilizzando indifferentemente immagini dirette o astratte e attraverso il tema principale si trova anche il modo di parlare di amore (scarse prospettive, parlo di te), di morte (l’effetto del vento), di arte medievale sottoforma di incubo (danza macabra), di temi di attualità nascosti sotto la metafora di racconto gotico (Dracula). I testi sono curati maniacalmente, sono fiumi di parole utilizzate per costruire poesie agrodolci, atmosfere malinconiche, immagini surreali e parentesi ironiche: l’obiettivo è quello di unire melodie piacevoli, ricche di suoni, riff e ritornelli orecchiabili ed incisivi, a liriche elaborate che devono essere ascoltate con attenzione per essere comprese fino in fondo.

Credits

Testi: Lisa Giorè
Musiche: Lisa Giorè, Debora Porciello, Leonardo Montalbano, Nicolò Grascelli
Voce: Lisa Giorè
Pianoforte & flauto traverso: Debora Porciello
Chitarre: Leonardo Montalbano
Batteria: Nicolò Grascelli
Basso: Lisa Giorè, Eugenio Giuseppe Arena
Synth: Eugenio Giuseppe Arena
Arrangiamenti: Eugenio Giuseppe Arena
Rec, Mix, Mastering: Damiano Magliozzi

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati