Leggi la recensione

Descrizione

Lettere in musica dalla sperduta provincia dell'impero. Sulle piccole cose della quotidianità che ti perseguitano ma che, quando meno te l'aspetti, possono anche rivelarsi una formidabile àncora di salvezza; sui movimenti che vanno dallo stomaco al cuore, che convenzionalmente si identificano con la parola “sentimenti” e su cui, nonostante le troppe indagini, si continua a brancolare nel buio; sulle storie e i personaggi di un angolo di mondo come troppi; sui primi anni della vita adulta, un'esperienza che a volte sembra assimilabile all'osservazione di un rubinetto che perde; sulle paure che ci aspettano ogni mattina sul pianerottolo, fedeli come nessun amico saprebbe mai essere.

Credits

Michele Piovano: batteria, percussioni, cori. Marco Barberis: basso, cori.
Francesco Torelli: chitarre, cori.
Stefano Seghesio: Voci, chitarre
Gigi Giancursi: cori (4,5) chitarra (2,5,6), piano (1,5) organo (2). Marta Bernardi: violoncello (11)
Prod. Artistica Gigi Giancursi
Mixaggio: Federico Puttilli, Gigi Giancursi.
Inciso e Mixato presso: Macello Recording Studio Rivoli. Mastering: Giovanni Versari - La Maestà
Grafica: Lorenzo Mo’, Nicla Ghibaudo Testi: Stefano Seghesio. Musica: Litio

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati