Loop Loona nasce in provincia di Reggio Calabria. I primi contatti con il mondo hip hop avvengono in adolescenza: a fine anni novanta inizia a frequentare la scena rap underground delle sue parti, a partecipare alle jam e a praticare con assiduità l’arte dell’mcing scrivendo molti testi. Una raccolta di brani prodotti tra il 2002 e il 2005 confluisce nel mixtape "Tv Elle. Il prequel", pubblicato più avanti nel 2009. Passato questo periodo, Loop Loona si assenta dalle scene per laurearsi in lingua araba e passa lunghi periodi in Maghreb e Medio Oriente. Durante i soggiorni in Siria e Tunisia collabora con alcuni artisti hip hop locali. Tornata in Italia, nel 2010 incide il suo primo lavoro ufficiale "Tv Elle": street album interamente prodotto da FFiume con un concept che rimanda all’estetica delle prime trasmissioni televisive.

L’assidua partecipazione ai contest di freestyle le permette di entrare nella rosa dei partecipanti di Mtv Spit. Unica donna in gara nella prima edizione. È così che mette in evidenza di fronte a un pubblico più ampio una delle sue caratteristiche principali: la capacità di coinvolgere gli spettatori durante le performance live. Dote acquisita dall’esperienza nei sotterranei dell’hip hop, dove affina la tecnica anche sfidando i colleghi rapper e ottenendo sempre più consensi dal pubblico, compreso quello di manifestazioni come Tecniche Perfette.

Nel 2012 i due singoli prodotti dal rapper e beatmaker Turi, "Tutto Chiaro" e "Loop Lunatica", attirano le attenzioni del web anche grazie a due videoclip. Ma è il mix di credibilità underground, attitudine all’intrattenimento e tecnica a spiazzare il pubblico italiano perché a crearlo è una giovane donna con una netta identità hip hop. A distanza di pochi mesi, a dicembre 2012, arriva "Loonatica", EP digitale prodotto musicalmente da Turi e Impro in cui la rapper si cimenta con nuovi stili e per il remix di chiusura si affida a un rappresentante della vecchia scuola, Ice One. Un banco di prova per Loop Loona in vista di un album di respiro sonoro più ampio rispetto e di cui "Loonatica" anticipa qualche sapore. In mezzo, oltre a vari live tra cui quello al Festival Mi Ami 2013, arriva il "Loonedì freetape", mixtape che nasce dall’appuntamento settimanale del 'Freestyle del Loonedì', in cui la rapper calabrese per mesi ha postato rime estemporanee su youtube, e che contiene anche vari inediti prodotti da Turi, Impro e A2so.

Dopo aver collaborato con produttori hip hop di rilievo come Mr Phil, The Night Skinny e Double S, ma anche con artisti provenienti dalla dance come Steve Forest e Nicola Fasano, il percorso di Loop Loona entra ancora più nel vivo a ridosso dell’estate 2014 con l’uscita del primo album ufficiale, "Senza fine" (Antibemusic). Un percorso che non perde mai di vista il primo obiettivo: rappresentare l’ideale di donna forte e consapevole. Nella scena rap italiana ci è già riuscita, rappresentando al meglio questa figura anche grazie a testi senza filtri e supportati da basi musicali capaci di amplificare i messaggi senza rassicurare l’ascoltatore.