Descrizione

Munito di iPad e vari ammennicoli da connettere al device, registra, mixa e masterizza questo album particolare, diviso tra boschi e gli angoli più intimi di casa, tra l'abitacolo di un'automobile e la tazza del water, solitario e senza l'ansia dei tempi, dei "modi in cui si fanno le cose". Un album suonato e registrato su tablet, senza compromessi, soltanto con l'urgenza di "prendere al volo" ciò che andava detto nel momento e luogo in cui andava detto, e con la voglia di fare i conti solo con se stesso attraverso la musica, con quello che crede essere il giusto mezzo per il nuovo lo-fi: l'iPad, appunto.
Si tratta di canzoni dedicate a se stesso, ai suoi fantasmi e a una ragazza mora e tremenda.

Credits

Testi e musiche di Lorenzo Pizzorno, tranne "Il vento" (Mogol-Battisti).

Arrangiamenti: Lorenzo Pizzorno, tranne "Mostro immobile" (arrangiamenti di Lorenzo Pizzorno, Giovanni Imparato, Andrea Giaro).

Lorenzo Pizzorno:
- ha suonato: chitarre elettriche Fender Stratocaster e Hofner Contemporary Serie S “Shorty”, chitarre acustiche Norman B20 CW HG e Maton EM6 “Mini”, chitarra classica Yamaha CG-150CCE, basso Fender Jazz, controller midi iRig Keys;
- ha cantato e suonato su microfoni Samson C01, iRig Mic (per le registrazioni in macchina) e iRig Acoustic;
- ha utilizzato schede audio iRig Pro e Presonus AudioBox iTwo.

Andrea Giaro:
- ha suonato kalimba in "Mostro immobile" e basso in "Il vento" (Mogol-Battisti).

L'album è stato:
- registrato su Garage Band, con il supporto delle seguenti app: VocaLive, Sample Tank, iGrand Piano, iLectric Piano, AmpliTube, AmpliTube Orange, AmpliTube Fender, AmpliTube Acoustic, ToneStack GO, M3000, Polychord, BeatMaker2, DM1, iVoxel;
- mixato ovunque, con l'ausilio di casse Yamaha HS5, casse JBL, cuffie AKG, casse del pc, casse dell’autoradio, casse integrate dell’iPad;
- masterizzato con l'ausilio dell'app Final Touch.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati