Low'n'Zac Promo eNosferato - Ascolta e Testo Lyrics Bianco di titanio

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Bianco di titanio

[eNosferato]

Suolo ignoto al buio.
Dal primo oblio che parve arcobaleno
tra lacrime cadde in garden grandine,
verzieri di arti al tetano.
Deliro dall’ira osservando costellazioni,
“Abbattiti Sesamo delle sensazioni!”
Prona Luna illumina Nidi
dall’amore di madre,
frammenti di Dvd, dividi
crisi inclini all’incostanza.
Corpi aggregati creano la Danza,
io roteo su prosa, poesia Prozac
scalfisce brezza, foga.
Eggregore corica
colonne doriche a terra,
volatile su tetto come tutti
invoca terrena gioia,
uomo savio augura proluvie d’alvo a drago.
Gradoni salgo
ma il vento divulga il verbo empio
ad ampio raggio
calci plachi e neghi
elimina la banalità.
D’Asia l’indole allieta,
corpo esile impreca
visione vanesia d’esteta.
Clamori su panorami
instaurano posticci legami
con donatrici d’organi le cui corde
somatizzano alle volte;
longevità di piccolezze a cui far caso.
Nulla al caso, tra casolari corsari
inetti imprimono tremori d’ansia
elimino l’aliquota nei quadri superficiali.
Fui la flemma di un flambé:
flebili ali in tofu,
navi rarefatte tra banchi di nebbia
abbaiano barbigli di luce timida.
Ora nitida è la trinità
Che intinge amore su di me.

[Low’n’Zac]

Bianco di titanio è il colore del mio cranio
Alzo il mento, guardo in alto piano.
Bianco di titanio è il colore del mio cranio
Alzo il mento, guardo in alto piano.

[Promo]

Titani tentano la lotta sopra i ponti, funamboli sui punti cardinali.
Tentacoli sonnambuli nell'abulia del buio, dall'abiura dell'equilibrio provo un brivido brio.
Nell'abiosfera abiotica, abiogenesi della cura, non vedo alcuna vittoria;
simbiosi di gladiatori nei radiatori della terra, onde radio e uranio in un diario
per la dissolvenza eterna.
Torno essenza senza sonniferi e solventi,
assolvo tendini risolvo assiomi nei sonni muti,
moti vortici sotto i fiumi, incudini rudi, cervelli crudi, suoni ruvidi,
svito lividi, ematomi negli atomi dei mattoni,
pilastri elastici, emostatici ed emozioni statiche, futili;
stupidi inutili dall'albo delle fiabe e fabulae.
Fuori dai grattacieli cala l'alba dietro ai cieli plastici,
coordinati come gli organismi umani.
Sparisco emani manie a colpi di veleno e vedo che sei vero;
bevo vedove nere dove le tende negano il concreto
segreto, disgrego, riaggrego le palpebre in fuga
dai palpiti pesanti in culla tra i palmi chiari, chiavi di una notte lunga.
Schiavi dei richiami caricati nei megafoni dei maghi tetri
e spasmi soffusi nei grammofoni spenti;
stiamo scomparendo a grammi d'aria fuori da una veranda su di un amaca,
la mia faccia opaca ammaccata, scolpita, scalpita sopra un radar;
smaschera schemi e intenti di denti tesi a volermi.

Album che contiene Bianco di titanio

album Viandanti - Low'n'Zac Promo eNosferatoViandanti
2013 - Rap, Hip-Hop, Hardcore
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati