Luce è una cantautrice polistrumentista. Il suo è un pop/rock cantautorale in cui i brani nascono spontaneamente da un giro di chitarra o di pianofort

Luce, al secolo Lucia Montrone (Bari, 13 giugno 1988), è una cantautrice polistrumentista. Il suo è un pop/rock cantautorale in cui i brani nascono spontaneamente da un giro di chitarra o di pianoforte. La sua musica è una costante ricerca introspettiva. I suoi testi sono specchio di sentimenti umani quali amore, rabbia, gioia, delusione, nostalgia, tutti vestiti di suoni diversi, profondi, secchi, graffianti. La linea melodica della sua voce entra in un connubio perfetto fra parole e suono. L’attitudine cantautorale di Luce attinge dalla tradizione nordeuropea e da quella italiana: nordeuropea per le sonorità acustiche dal gusto pop/rock (dai Sigur Ros a Yaël Naïm, dai Mogwai ai Tango with Lions, da Skin a Linda Perhacs), italiana, invece, per lo stile metrico/compositivo utilizzato (tra i suoi ascolti Lucio Dalla, Lucio Battisti, Elisa, Giuliano Sangiorgi). Ma basta ascoltarla per riconoscere uno stile tutto personale.
Le canzoni di Luce sono il racconto di “un mondo troppo grande chiuso in una stanza troppo piccola”.

La passione per la musica l’accompagna fin da bambina. É infatti all’età di 16 anni che scrive la sua prima canzone “Senza inizio e senza fine”. Nel dicembre 2011 decide di dar vita a un progetto in elettrico che la porterà a registrare il primo singolo autoprodotto “ControLuce” uscito a settembre 2012. Dice di sé: "La mia musica è improvvisazione. Tutto ciò che esce dalla mia gola o dalle mie dita è “roba mia”, è come se avessi scoperto io ogni singola nota o accordo". (“Luce e ControLuce: due facce di uno stesso talento – Nico Andrisani – Barilive – 19/11/2012). Il 1° settembre in occasione della "Notte dei Claustri" di Altamura, vince il contest riservato agli artisti emergenti locali "Notte dei Claustri Music Contest 2012", esibendosi così in apertura al concerto di Giuliano Palma.
A luglio 2013 torna in studio e registra il suo nuovo Ep autoprodotto "Ora". A gennaio 2014 si aggiudica il secondo posto nel premio nazionale “Mimmo Bucci”, svoltosi presso lo Showville di Bari, con una versione in acustico de “Gli occhi di febbraio"che incanta il pubblico. Lo stesso anno vince inoltre l'EsserePerfetto Music Contest.
Il 13 maggio 2016 esce il suo primo album "Segni", prodotto da C&M - Cultura e Musica di Tommy Cavalieri con il sostegno di Puglia Sounds Record 2016.