ADAM

ADAM

LVTVM

2015 - Stoner, Sperimentale, Progressive

Descrizione

Adam è il primo uomo, plasmato dalla terra, legato ad essa in maniera profonda. Lui stesso è terra, un' esaltazione di essa (Session 1). Egli si evolve parlando e camminando, cambia, diventa altro da sé, si rinnova senza mai dimenticare quello che è stato, fino a scontrarsi con la realtà che lo circonda (Twalking).
Poi un’allucinazione, un sogno vago e fragile: questo è ciò che si chiama realtà (The Dreamer). L’ uomo si accosta ad essa attraverso i sensi, ponendosi come misura di tutte le cose, ma non riesce a tracciarne i confini.
Ne consegue una crisi interiore in cui egli si mette in discussione, trovandosi in bilico tra la sua natura terrena e la volontà di erigersi verso il cielo (Internal Desease).
Ma la terra trema (Tremorz) ed insieme a lei trema anche l’uomo che di terra è fatto. Tremano le certezze che lo hanno sempre sorretto, si disgrega la crosta terrestre a cui si era sempre ancorato.
La conoscenza che prende le mosse da questo stravolgimento (Gnosis) è inizialmente legata alla terra, alla matrice, poi sempre più metafisica ed intangibile. Essa proietta l’uomo oltre le proprie potenzialità, uno slancio insondabile.
Egli pecca di tracotanza (Hybris), abbandonando la propria animalità e mettendosi sullo stesso livello del divino. È un affronto che scatena l’invidia degli dei stessi (Fthonos Theon).
La loro vendetta sarà una giustizia compensatrice (Nemesis) che ricorderà all’uomo dove deve stare, ma soprattutto da dove viene e dove, suo malgrado, tornerà inesorabilmente.

Credits

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO