Daniele Celona - Ascolta e Testo Lyrics Amantide

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Cambierai, mentre cadono divieti e teste
e si allineano pianeti e le posizioni incerte
dei pennivendoli sul trono, che ne sanno più di te, su di te
non importa che sia vero o falso, che sian state le tue gambe a correre.
Tu avevi vent’anni, i fianchi più grandi, di quelli che mortificherai
per un tailleur da donna in carriera, per il briefing della sera
dove a tutti mostrerai di avere le palle e un istinto assassino più forte di quello materno.


Cambierai, come solamente tu sai fare, la pelle non è più
quella che consideravo mia, ogni angolo era noto
alla lingua al mio palato, se niente mai c’è stato
gioca ancora la doppia coppia di labbra, tanto vinci comunque
contra una scala di niente, contro un colore difforme
contro una carta sola, la mia, contro qualunque cosa sia la normalità. Eccola


Lo so, lo so che sopravviverò. Ma non oggi.
Lo so, lo so che è solo un attimo, ma che Dio mi bruci così.
E vaffanculo alla mie mani che non ti ricordano più
e vaffanculo ai miei polmoni che non ti respirano più.
Lo so, lo so che sopravviverò. Ma non oggi.
Lo so, lo so che è solo un attimo, ma che Dio mi bruci così.
E vaffanculo alla mie mani che non ti ricordano più
e vaffanculo ai tutti i piani fatti per te, su te.

Album che contiene Amantide

album Amantide Atlantide - Daniele CelonaAmantide Atlantide
2015 - Cantautore, Rock, Alternativo Sony BMG
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati