Descrizione a cura della band

IL FILO DELL'AQUILONE
Il terreno in cui sono germogliate, nel tempo,
le composizioni di questo disco è quello delle emozioni.
Compassione, odio, attesa, amore, speranza
sono sospese nel loro avvicendarsi e restituite come singoli quadri,
scatti carpiti dal viaggio-ballo della vita.
Immagini di noi legate da un filo sottile e lunghissimo
che muove l'azione e sospende l'attesa.

Credits

Manuela Pasqui: pianoforte - Riccardo Gambatesa: batteria - Paolo Grillo: contrabbasso.
Registrato, mixato e masterizzato presso lo studio Entropya di perugia da Stefano Bechini.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati