Leggi la recensione

Descrizione

Esce l’11 marzo per la prestigiosa label tedesca Agogo Records con distribuzione !K7 “Albore“, il nuovo album di Manuel Volpe & Rhabdomantic Orchestra. Il disco, un perfetto connubio tra le atmosfere mediterranee e le suggestioni del continente africano, arriva a tre anni di distanza dall’apprezzato esordio “Gloom Lies…” e conferma l’eclettismo e la capacità compositiva dell’artista marchigiano, in grado di dipingere, attraverso la sua musica, paesaggi sonori caldi, intimi e avvolgenti che trasportano l’ascoltatore verso nuove ed inesplorate visioni.
“Albore” è un album che racconta di un viaggio spirituale in un mondo ipnotico e seducente fatto di poliritmie Yoruba, suggestioni medio orientali, spiritual jazz, reminiscenze Ethio-groove e derive psichedeliche. Un connubio di ambienti sonori differenti, tra world music e jazz contemporaneo, danno vita a una sorta di realismo magico in cui si inserisce il suono intimo e profondo della voce di Volpe che mai tenta di sovrastare la musica ma sceglie di accompagnarla in un continuo scambio di ruoli con gli strumenti della Rhabdomantic Orchestra. Dieci composizioni a metà strada tra i Lounge Lizards di John Lurie, lo spiritual jazz di Pharoah Sanders e il jazz modale di matrice etnica di Don Cherry.

“La vera sfida per me era quella di conciliare questi elementi con un approccio per così dire cantautorale, ma senza subordinare la musica al testo. Volevo raccontare qualcosa utilizzando le potenzialità espressive e evocative del linguaggio musicale evitando l’eccesso di parole. Per questo motivo ho deciso di lasciare spazio alla pluralità di voci in strutture aperte, dove improvvisazione e scrittura si intrecciano impercettibilmente”. (Manuel Volpe)

Scritto, arrangiato e prodotto da Manuel Volpe, l’album si avvale di un eccellente team di produzione composto da Massimiliano Moccia (Movie Star Junkies) Andrea Scardovi (Sacri Cuori), Kelly Hibbert (Flying Lotus, Heliocentrics) e Volpe stesso con la preziosa supervisione dell’esperto di afro-jazz-fusion Andrea Benini (Mop Mop). L’artwork è ad opera di Edoardo Vogrig (Tweeedo)

Credits

Produced by Manuel Volpe
Composed, arranged and directed by Manuel Volpe
Recorded by Massimiliano Moccia and Manuel Volpe at Superbudda, Turin (IT, Nov 2014)
and MAM Recordings, Cuneo (IT, Mar 2015)
Mixed by Andrea Scardovi at Duna Studio, Russi, Ravenna (IT, June 2015)
Mastered by Kelly Hibbert at Almachrome (USA, Sept 2015)
Production supervision by Andrea Benini
Album Personnel:
Manuel Volpe: vocals, bass, guitars, percussions, direction
Simone Pozzi: drums, percussions
Luca Spena: percussions
Gianandrea Cravero: guitars
Fabio Gorlier: rhodes, piano
Maurizio Busca: clarinet, alto sax
Dario Terzuolo: flute, tenor sax
Michele Bernabei: trumpet, flughel horn
Luca Zennaro: baritone sax
Lisa Luminari: vocals
Matteo Frau: trumpet
Cecile Dalzant: violin
Lucia Sacerdoni: cello
Riccardo Trasselli: doublebass

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati