Leggi la recensione

Descrizione

C'è un bosco... alberi... e tu li guardi da dietro... e l'orizzonte non lo vedi. E l'orizzonte è la linea che porta alla
morte. Quando sei un giovane albero, l'orizzonte non lo vedi... ci sono gli alberi più alti davanti a te che te lo
nascondono... che "ti proteggono". Poi viene tagliato un albero, e... vedi un po’ di più. E poi ne tagliano un
altro... poi un altro... un altro ancora... e ti trovi davanti, e vedi l'orizzonte. LO VEDI! Sei cresciuto, e sei
davanti... e dietro a te piante più giovani e più basse... che tu..proteggi... che non vedono quell'orizzonte!
E... il tempo rallenta. Diventa tutto più... più... scontato, senza sorprese... E ti senti là solo per proteggere le
piante da quell'orizzonte inevitabile... e vorresti che il tempo non solo fosse più lento... ma fosse un sonno
infinito... e mia madre dormiva, si svegliava, cambiava canale della tv, e rispondeva al telefono, e sorrideva alla pianta
più giovane che era appena nata dietro a lei... e ora in prima fila ci sono io... pianta di faggio che dorme e che
presto finirà di dormire... e passerà la mano ai figli... e... capito il giro si aspetta l'inverno.

Tracklist:
1) Lento
2) 12/11/1994
3) Manca il ritorno
4) Vittorio
5) Il suono di un bacio
6) Com’è
7) Un bel discorso
8) La festa
9) (inverno)

Credits

manzOni – “…si aspetta l’inverno…”

Musiche e produzione artistica dei manzOni; testi di Luigi Tenca
Registrato e mixato da Emilio Veronese

Foto di copertina di Carlo Trevisan

manzOni:
Fiorenzo Fuolega (batteria, chitarra elettrica, chitarra acustica)
Luigi Tenca (voce)
Carlo Trevisan (chitarra elettrica, batteria)
Emilio Veronese (chitarra elettrica, chitarra acustica, mandolino, loop vocali)

manzoniband@gmail.com
www.facebook.com/manzoniband
soundcloud.com/manzoni
manzoni.bandcamp.com/

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati