Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione

“Abbaddarò” è un concept album, un viaggio alla ricerca di una città, un luogo, forse utopico, dove vivere bene fra suoni e colori.
Per raggiungerlo però bisogna attraversare, affrontare e possibilmente risolvere, la nuda e cruda realtà quotidiana che la vita ci mette davanti.
I temi affrontati fanno riflettere su tutto quello che di negativo ci circonda: prostituzione, droga, eutanasia, amori impossibili, sfruttamento sul posto di lavoro, immigrazione, solitudine.
Ognuno potrà interpretare a modo suo il finale con lo strumentale “La Porta del Futuro”…raggiungere “abbaddarò” o annegare nella quotidianità descritta.
Dal punto di vista musicale, mi sono ispirato al rock\sinfonico\progressivo con puntate alla psichedelia, fondendo fra loro melodie ed armonie con strumenti classici come l’ensemble di violini, ai classici strumenti rock come chitarra\basso e batteria.
Ho utilizzato in alcuni brani anche strumenti tradizionali del prog anni ’70 come l’organo hammond ed il moog, in altri, synth con suoni più moderni.
Alcuni arrangiamenti sono volutamente arabeggianti per inquadrare anche geograficamente il lavoro che con orgoglio mi sento di definire “Prog Made in Sicily”

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati