Margaret Lee - Testo Lyrics L'uomo masochista

Credits L'uomo masochista

Chitarre, bassi, rumori e voci di Giacomo Marighelli
Batterie di Luca Ciriegi

Testo della canzone

L'uomo è masochista,
è meccanico.
C'è poco da fare.
La sofferenza gli si addice.
È un osservatore mancato,
l'uomo banale.
È chiaro che l'ingenuità è un difetto che puzza.
Io puzzo ad esempio.
Crea, monopolizza, illude e si distrugge.
Senza il sangue l'uomo non sarebbe l'animale
bugiardo sporco vigliacco infame
che è.
Ogni scusa è buona per rubare agli altri un pezzo di dignità.
Questi grandi marchi,
ai quali noi ci affidiamo, sono croste della terra.
Forse piccoli tumori.
Lasciano il segno.
E noi ci affidiamo a loro.

Lasciamo da parte la ragione
e ci mettiamo a danzare
assieme a questo sviluppo
privo di progresso
e con gli occhi chiusi continuiamo
in questo ritmo tribale.
Cresce la paura.
È straordinariamente facile fare il superiore su ogni cosa di giorno,
ma di notte è un'altra faccenda.
La bestia notturna.
Questi mattoni
che ci proteggono dal buio,
vedono tutto.
Il feticismo dell'oggetto.
L'uomo non impara,
ma per i suoi interessi disimpara.
Basta poco per rendersi conto,
il sangue bellico del proprio egoismo.
La chiesa peggio di Hitler.
I diavoli di Loudun ne sanno qualcosa.
Le lenzuola diventano il nostro rifugio,
e con gli occhi spiamo.
Ogni tanto si intravvede una luce,
dagli scuri. Chiusi.
Allora finisce che io mi siedo ad una sagra del paese,
mi guardo attorno,
vedo bambini correre,
sorridenti,
e capisco che sto bene.

Album che contiene L'uomo masochista

album Giacomo Marighelli - Margaret LeeGiacomo Marighelli
2013 - Rock
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati