Massimo Volume - La cena testo lyric

TESTO

2. La cena

Se penso a te
ti vedo in via dei tigli
lo sguardo chiuso
contro il cielo azzurro

io sono l’altro
lui che volta le spalle
bruciato di luce
confuso nel paesaggio

e senza dare nell’occhio
esco fuori dall’inquadratura
devoto a nessuno
votato alla fuga

oh madre,
il vento scuote ciò che cede
le insegne, i rami, le catene
le foglie morte dell’amore
riuniti qui a consumare
il piatto freddo della cena
la vita stinta nell’attesa

oh madre,
il mare ingoia ciò che cade
le navi, i ponti, le frontiere
il senso ambiguo del dovere
seduti qui a contemplare
le zone d’ombra della cena
la vita vinta dall’attesa

dimmi la strada
dammi un secondo
indicami il modo
per girarci intorno

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano La cena di Massimo Volume:

Questo brano è stato inserito in alcune playlist dagli utenti di Rockit: cinzietta_spocchietta (di @cinzia.rota.35 con 5 brani), importata (di @dabeat con 3 brani), new (di @pzac con 9 brani), 2013 - I migliori dischi itali (di @luca.buonaguidi con 3 brani), awesome (di @latempesta con 193 brani)

VIDEO La cena

video frame placeholder

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone La cena si trova nell'album Aspettando i Barbari uscito nel 2012 per La Tempesta Dischi, Tannen Records.

Copertina dell'album Aspettando i Barbari, di Massimo Volume
Copertina dell'album Aspettando i Barbari, di Massimo Volume

---
L'articolo Massimo Volume - La cena testo lyric di Massimo Volume è apparso su Rockit.it il 2020-06-03 14:49:29

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia