Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Dopo Supernova, Ep d’esordio pubblicato nel 2015 dall’etichetta indipendente Tainted Music, con il quale si aggiudicano una nomination agli Mtv Music Awards, tornano i Materianera con un nuovo album Abyss disponibile su Spotify e nei migliori digital store a partire da venerdì 16 marzo.

Il progetto Materianera nasce nel 2014 a Torino dall’incontro di Yendry Fiorentino, Alain Diamond e Davide “Enphy” Cuccu. Tre personalità distinte ed un background musicale molto diverso che si combina alla perfezione nel suono Materianera e fonde le ispirazioni e le influenze di ciascun componente.

Con questo nuovo lavoro i Materianera scendono negli abissi dell’essere umano e lo esplorano attraverso ricordi, emozioni, sogni e paure. Per la stesura dei testi Yendry Fiorentino, cantante della band, prende spunto da un recente viaggio nella sua terra d’origine (Repubblica Dominicana) durante il quale riscopre le radici del suo background culturale che la portano a scrivere, nei testi autobiografici, di spiritualità e delle numerose difficoltà che le famiglie si trovano ad affrontare quotidianamente, come la maternità in giovane età e l’abbandono della famiglia da parte dei padri, che purtroppo sono saldamente radicate nella cultura centro-americana.

Abyss si compone di 11 tracce electro-pop fortemente contaminate da sonorità soul e R&B.
L’album si apre con “Aqua Waves”, intro del disco dalle forti ritmiche afro, è l’inizio del viaggio nell’universo Materianera ed evoca i movimenti delle onde e l’impotenza dell’essere umano nei confronti dei fenomeni naturali; “#Songtwo”, seconda traccia dell’album, racconta di come i media, alcune volte, influenzino negativamente la società in generale ma soprattutto le nuove generazioni che, il più delle volte, crescono con una visione distorta delle cose; in “Mr Medicine”, terzo singolo di questo nuovo lavoro, i Materianera si interrogano su quale sia il confine tra follia e normalità; su un’atmosfera magica e onirica “Father” parla del rapporto inesistente tra una figlia e suo padre; “Hole In The Water”, primo singolo estratto da Abyss, si sviluppa su una ritmica funky-R&B accompagnata da synth che ne completano la struttura. Nel testo autobiografico, Yendry affronta diverse tematiche, fortemente radicate nella cultura latino americana; in “Space” una ritmica solida e ostinata sostiene un crescendo incalzante di sintetizzatori, dapprima misteriosi e oscuri poi guidati da una linea vocale decisa. Una tensione costante che raggiunge il climax nella parte strumentale; Spiritualità innata e condizionamenti ambientali sono i temi affrontati in “Pray”; un riff tagliente ed incisivo scandisce “Ocean”, secondo singolo, che descrive quella sensazione rara che si avverte quando si raggiunge un’intesa totale con un altro individuo; armi usate come giocattoli, bambini che crescono troppo in fretta e vite che finiscono troppo presto sono le storie raccontate in “Smoking Gun”; il viaggio negli abissi dei Materianera continua con “Darkest Abyss” il cui testo è una sorta di metafora della vita che ci sprona ad andare sempre a fondo delle cose e a non essere superficiali; A chiudere in maniera esemplare la tracklist “Jotello” outro strumentale.

Credits

Tutte le tracce sono composte, arrangiate e prodotte da Materianera
Registrato presso Enharmonic Digital Studio
Mixato e Masterizzato al G-Effect Mastering Studio
Artwork and design di Andy McFly

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati