”The movement is fast and forceful, the knife;
It plunges silently in the dark of dock four…
Another one disappearing, into the sea”

Recita un verso di Goondocks, brano estratto dal primo EP dei toscani Mathonbay, gruppo Alternative Rock nato nell’autunno 2011.

I quattro, accomunati dalla voglia di cercare un linguaggio personale, intraprendono un viaggio sonoro attraverso differenti stili artistici traendo ispirazione da letteratura ed arti visive, oltre che dal bagaglio musicale personale e collettivo.

I brani che prendono vita da questo percorso sono una miscela di più generi, collegati da una vena noir nella quale la band trova la propria ispirazione, la ricerca di determinate atmosfere e lo svilupparsi delle armonie in parallelo alle liriche, portano il quartetto a cercare soluzioni alternative al classico concetto di canzone, spaziando da sonorità taglienti e definite a calde ed oniriche, intrecciate tra loro da cambi ritmici e dinamici.