Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Dopo 4 singoli esauriti in un batter d‘ali (Common Shell, Boys and Girls, Lie e il recentissimo Rainbow), un album già in ristampa per una delle più prestigiose etichette power-pop, recensioni entusiaste di qua e di là dell‘oceano, due tour americani e svariati tour europei riecco Miss Chain & The Broken Heels.
“The Dawn“, il loro nuovo album è infatti in uscita il prossimo marzo.
Eravamo rimasti con “A Bittesweet Ride“, il fortunatissimo LP uscito due anni fa per Screeming Apple/Burger/Sonic Jett Records che li ha portati a suonare in mezzo mondo.
Miss Chain allora cantava i pensieri agrodolci del suo essere venticinquenne. Ora, a due anni di distanza la ragazza è diventata donna, il viaggio è diventato alba, mutamento, rituale di passaggio. I pensieri sono diventati un flusso indagatore che mescola luci e ombre, ragione e spiritualità, demoni e speranze, spingendo le melodie oltre i canoni del rock‘n‘roll e del garage come lo conoscevamo fino ad oggi.
Il disco è il frutto del lavoro fatto dalla band assieme al produttore Pierluigi Ballarin (The R‘s) al T.U.P. Studio di Brescia. Due settimane di prese dirette, il fascino delle registrazioni su nastro e la gioia di potersi rinchiudere in uno studio e sperimentare, ci regalano un suono caldo, denso, avvolgente: un disco vasto per sonorità e complessità, così profondo che a volte ci fa mancare la luce e ci si ritrova con gli occhi chiusi, completamente immersi in questa miscela di country, rhythm‘n‘blues, pop e cori beatlesiani ma allo stesso tempo avvolti dalle atmosfere sognanti, oniriche, alle volte persino psichedeliche.
I richiami agli struggenti anni ‘60 e al sunshine pop sono la cornice ideale di un disco ampio e senza tempo ma tremendamente attuale nei suoni e nei suoi contenuti.
“The Dawn“ è un viaggio interiore che va ad indagare alcuni tra gli scorci più nascosti ed oscuri dell‘animo umano.
Sarà quindi un 2013 intenso quello di Astrid, Silva, Franz e Brown: Stati Uniti, Canada e Giappone li stanno attendendo per la fine dell‘estate mentre da Marzo in poi gireranno in lungo e in largo la penisola e il Vecchio Continente per promuovere il nuovo disco come meglio sanno fare: stando sopra un palco, di fronte alla gente, trasmettendo quell‘energia travolgente che solo chi conosce a fondo la magica alchimia del rock riesce a trasmettere.

Credits

MISS CHAIN AND THE BROKEN HEELS “THE DAWN”
cd: TRE ACCORDI (Italia)
lp: BACHELOR RECORDS (Europa) / BURGER RECORDS (USA)

Astrid Dante - Vocals, Guitar, Organ
Disaster Silva - Guitar, Backing vocals, Organ
Franz Barcella - Bass
Brown Barcella - Drums, Backing vocals

Pierluigi Ballarin - Piano, organ, guitar, backing vocals
Simone Riccobelli - Backing vocals

Produced, recorded and mixed by Pierluigi Ballarin

Recorded between August and December 2012 at T.U.P. Studio

All songs by Astrid Dante and Silva Cantele, Copyright Tre Accordi s.a.s

Mastered by Jon Astley at Close to the Edge Mastering

Photos by Simone Carollo

Artwork by Bru

MC&TBH
http://misschainandthebrokenheels.bandcamp.com http://www.facebook.com/misschainandthebrokenheels
Label:
Tre Accordi
http://www.treaccordi.com/
Bachelor Records
http://www.bachelorrecords.com/
Burger Records
http://www.burgerrecords.org/
Booking:
OTIS Tours
diego@otistours.com

Commenti (23)

Carica commenti più vecchi
  • DannyShonerd 10/03/2013 ore 03:56 @DannyShonerd

    The Dawn , album by Miss Chain and the Broken Heels , is one of the most refreshing, well put together albums I've heard in a long time, their music is very stylized and Miss Chain's vocals are beautiful when needed yet edgy and to the point at the same time, lovely voice, I loved the album, this is a band to watch out for, they are breaking ground. P. S. I loved their other earlier attempts too.
    Danny Shonerd , The Boys (usa)

  • DannyShonerd 10/03/2013 ore 03:57 @DannyShonerd

    The Dawn , album by Miss Chain and the Broken Heels , is one of the most refreshing, well put together albums I've heard in a long time, their music is very stylized and Miss Chain's vocals are beautiful when needed yet edgy and to the point at the same time, lovely voice, I loved the album, this is a band to watch out for, they are breaking ground. P. S. I loved their other earlier attempts too.
    Danny Shonerd , The Boys (usa)

  • isntfunanymore 10/03/2013 ore 12:24 @isntfunanymore

    Mi chiedo solo come sia possibile che siano stati ignorati da parte vostra fino ad ora. Leggendo i commenti già scritti vedo che non sono l'unico a lamentarmi di questa cosa. Vi ha fatto aprire gli occhi la burger night? In ogni caso, FINALMENTE.
    Loro mi sono sempre piaciuti e continueranno a farlo, soprattutto dopo un disco veramente ben confezionato.

    Consiglio, caro rockit per il futuro cerca di prestare maggiore attenzione al contenuto delle band che al loro manistream.

  • kevin_spaghetti 10/03/2013 ore 23:18 @kevin_spaghetti

    SOLID! great rock n roll from radical kids! can't wait to see you guys back in san francisco!

  • PierBallarin 10/04/2013 ore 14:18 @PierBallarin

    Goal!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati