Nati nel 2005 originariamente come duo e influenzati dalle sonorità di Birthday Party e Gun Club, i Movie Star Junkies iniziano ad esibirsi in giro per l'Italia utilizzando soltanto una batteria e un organo. Più tardi la line-up della band si sviluppa includendo due chitarre e un basso. Dopo il loro singolo di debutto, i MSJ pubblicano brani su diverse compilations e EP split con altre band, e si esibiscono in Francia, Croazia e Gran Bretagna (suonando di spalla, fra gli altri, a Jon Spencer Blues Explosion, Lost Sounds ecc.). Nel 2007 registrano una manciata di nuovi pezzi il cui suono rimanda chiaramente ai Scientists e ai Chrome Cranks, abbastanza da far capire quanto unica sia questa band all'interno del panorama musicale italiano. Sempre nel 2007 sono di nuovo in tour in Europa con una sassofonista che finisce per contaminare le strutture compositive della band con influenze free jazz. 
All'inizio del 2008, dopo il completamento definitivo della line up si esibiscono con un set semiacustico, sotto l'influenza di band come i Radikal Satan e Il Gran Teatro Amaro.
Nello stesso anno pubblicano per la prestigiosa etichetta svizzera Voodoo Rhythm il loro primo LP, Melville, che include dodici intensi brani che parlano di amore, religione e naufragio, raccontate con piglio umorale e leggermente sinistro; un lungo viaggio senza tempo attraverso il lato oscuro della vita. 
Il loro secondo lavoro, A Poison Tree, esce nel giugno 2010 e offre un'altra intensa e diabolica manciata di murder ballads sinistre e malate: canzoni rumorose e melanconiche, visioni alterate che si muovono fra la Santa Inquisizione e William Blake. Il loro live set si fa ancora più visionario, mostrando al pubblico una sorta di rock'n'roll marching band industriale del quattordicesimo secolo immersa in atmosfere claustrofobiche; una band che trascina sul palco, sera dopo sera, l'energia e la rabbia di un suono strano e familiare, di liriche arrabbiate e autodistruttive. 
Da allora i Movie Star Junkies hanno girato l'Europa in lungo e in largo e sono sbarcati anche negli Stati Uniti per un tour di trentadue date che li ha visti di spalla a diverse fra le migliori band del momento: Thee oh Sees, The Lamps, Demon's Claws, Blank Dogs ecc. Hanno inoltre registrato un live per la prestigiosa emittente newyorkese WFMU. 
Con il nuovo album in uscita,” Son Of The Dust “, i Movie Star Junkies guidano l'ascoltatore dentro un sound più evoluto, trasformatosi in un songwriting più completo che mai, ispirato da Neil Young, Leonard Cohen e da certe sonorità rhythm’n’ blues dei primi anni settanta. L'album, registrato in una vecchia stalla del cuneese, è stato pubblicato dalla Outside Inside Recordings nel Marzo 2012. Nel  Settembre dello stesso anno la prestigiosa Rough Trade Distribution ristampa “Son of the Dust” in versione cd e si incarica della distribuzione mondiale dello

Tocca ora a “Still Singles”, nato dalla collaborazione tra Wild Honey Records, Jacob Records e la francese Beast Records che raccoglie la miriade di perle e rarità seminata negli anni dalla band.