Leggi la recensione

Descrizione

"C'era una volta in Romagna - Danze Tribali del Popolo del Liscio" è il secondo album dei romagnoli Mr. Zombie Orchestra, seguito del debutto del 2013 “Someone Likes It Zombie”. Registrato in uno studio mobile allestito al Teatro Pedrini di Brisighella (RA), che chiuso da diversi anni ha riaperto le sue porte per l'occasione, l'album è un vero e proprio omaggio alla tradizione musicale romagnola con una chiave di lettura completamente inedita, giovane e moderna. Il linguaggio con cui vengono eseguiti i brani infatti è quello del grande insieme del jazz, anche se non mancano episodi di tastiere e chitarre elettriche che apportano al sound sfumature improntate ad un rock di stampo progressivo.

L'idea dell'album nasce da una sincera curiosità nell'approfondire le proprie radici ed è il risultato di un percorso che ha portato la formazione a spogliarsi delle mode esterofile (“la maschera dell'americano” come la definiscono loro) che in materia artistica ci attanagliano. Il messaggio che il gruppo vuole comunicare con questo ambizioso lavoro è: il folklore romagnolo, e in generale tutta la tradizione folkloristica nostrana, è una musica che non ha nulla da invidiare ad altre musiche di estrazione popolare del resto del mondo che godono di migliore considerazione, come il blues, il tango, la salsa o la musette.

Nelle parole dei Mr. Zombie Orchestra: «Fino a poco tempo fa e spesso tutt'ora la parola “liscio” veniva associata, nell'immaginario dei più, ad una subcultura buzzurra di anziani e signore prosperose che si ritrovava con abiti luccicosi a ballare questa infima musica. Ma c'è anche altro in questo mondo: incredibili orchestre, capitanate da grandi compositori e musicisti come Carlo Brighi, Secondo Casadei, Ivano Nicolucci, Castellina-Pasi che si sono esibiti per cinquant'anni, facendo 35 concerti al mese per soddisfare il loro pubblico».

Mr. Zombie Orchestra sono Alberto Bazzoli (organo, clavicembalo, bercandèon), Riccardo Morandini (chitarre), Gabriele Laghi (contrabbasso) e Eugenioprimo Saragoni (batteria), ovvero 3/5 del già noto Collettivo Ginsberg. Ospiti dell'album Cristian Fanti (cantante del Collettivo Ginsberg), Giulia Lorvich (voce), Guglielmo Pagnozzi (sax). Novità assoluta è l'uso in due brani del bercandèon, strumento inedito inventato da Fiorenzo Bernasconi che fa la sua prima apparizione in uno studio di registrazione proprio in "C'era una volta in Romagna".

Credits

Pagina ufficiale: www.mrzombieorchestra.wordpress.com
Ufficio stampa: www.anplug.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati