Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Époque è il nuovo lavoro discografico dei salentini Muffx, prodotto dalla neonata etichetta Ill Sun Records in collaborazione con Lobello Records e distribuito da Goodfellas.

Époque è un viaggio nel futuro remoto, un carillon psichedelico che mette in scena un’umanità distorta, una processione di vite e di suoni rubati da occhi curiosi e mani abili. Époque è un disco denso, epico nel suo celebrare il rock, che incontra le musiche del mondo. Un album orgoglioso, capace di riscrivere la grammatica di un genere (lo stoner) in una nuova chiave sudista. Quel sud che è tacco d’Italia, che si lascia bagnare dal suono dei Balcani e non dimentica le sue radici. Époque è il manifesto del Salento rock, mistura solida di ascolti e contaminazioni, ponte tra oceano e mediterraneo.

I Muffx, gruppo storico della scena alternative rock pugliese, dopo “…Saw the...” (Beard of Stars Records, 2007) e “Small Obsessions” (Go Down Records, 2009) con questo album compiono un coraggioso passo in avanti, scardinano codici e confini e creano un caleidoscopio di suoni che travolge e macina generi (blues, hard rock, walzer, progressive, psichedelia, musica da banda) che alterna cavalcate dispari, apertura cosmiche, granitici riff serrati. Il tutto virato con colori molto anni ’70. I Muffx fanno tesoro della scuola italiana delle Orme e degli Area, omaggiano i Pink Floyd, non dimenticano i Black Sabbath così come i nipoti americani Master of reality in un continuo gioco di rimandi al passato e fughe nel presente. Un presente che la band racconta bene anche attraverso testi taglienti; per questa prova i Muffx scelgono di abbattere anche il confine della lingua optando per brani – per la prima volta - in italiano, grazie alla collaborazione tra il frontman Luigi Bruno e lo scrittore Stefano Zuccalà.

Credits

Line up - Luigi Bruno (voce, chitarra); Alberto Ria (batteria); Gianna Greco (basso); Cristiano Colopi (chitarra)

Ospiti - Mauro Tre - piano (Prologo e Le coincidenze), hammond (Sagra del diavolo pt.2 e Le coincidenze); Cesare Dell’Anna - tromba (Il mercante di croci, Époque e Prega); Giancarlo Dell’Anna - tromba (Époque); Gaetano Carrozzo - trombone (Époque); Giuseppe Oliveto - trombone (il mercante di croci, Époque), trombone e conchiglia (Prega); Alessia Terragno - voce (Prologo, Sagra del diavolo pt.1, Sagra del diavolo pt.2); Pierpaolo Leo - Ondes mantenot (Le coincidenze); Matilde De Rubertis - fischio (Le coincidenze); Rocco Nigro - fisarmonica (False partenze); Francesco Del Prete - quartetto d’archi (prologo), violino (Le coincidenze); Cristoforo Micheli - voce narrante (Prega); Giulia e Alessandra Inguscio - voci (Dopo tutto); Michele Russo - chitarra acustica (Le coincidenze).

Testi - Luigi Bruno e Stefano Zuccalà
Musiche - Luigi Bruno
Arrangiamenti - Muffx
Registrato da Stefano Manca presso il “Sudeststudio”, Guagnano (Le)
Mixato da Stefano Manca e Luigi Bruno
Mastering a cura di Giovanni Versari
Copertina e grafica - Eeviac
Fotografie - Chiara Fersini
Distribuzione - Goodfellas
Distribuzione digitale - Goodfellas tramite Itunes, Amazon, Emusic, Spotify

www.muffxmusic.com
illsun.records@gmail.com

Ufficio stampa
Società Cooperativa Coolclub
Piazza Baglivi 10, Lecce
Tel e Fax: 0832303707 - 3394313397
ufficiostampa@coolclub.it

Commenti (13)

Carica commenti più vecchi
  • massimodp 22/03/2012 ore 18:48 @massimodp

    spettacolare,corro subito a comprare il cd.

  • ane_res 23/03/2012 ore 15:11 @ane_res

    bella...bella cagata!hahahaha.Ovviamente scherzo!!!
    GRANDI...grande Bruno,grande Cristo,grande Jannaj,grande Riallabatteria...GRAN BEL LAVORO!!! :D

  • ladysnowblood 24/03/2012 ore 17:25 @ladysnowblood

    sounds good! Greats!!! :)

  • Kriterius 26/03/2012 ore 14:07 @silviopappad

    La prima volta che li ho visti dal vivo... ero di spalle al palco, mentre parlavo con altre persone... mi sono dovuto voltare perché ad un tratto avevo la pelle d'oca ovunque... Credo che i MUFFX siano sul serio una delle mie scoperte musicali più energiche ed originali... perchè riescono a mescolare in un modo molto originale, lo Stoner Americano all'atmosfera balcanica che si sente qui nel Tacco d'Italia...

  • pelle77 02/04/2012 ore 12:57 @pelle77

    bellissimi i suoni, i testi, la copertina...atmosfera travolgente e sconvolgente! E bellissimi voi, Luigi Gianna Cristo e Alberto! ora aspettiamo solo di vedere tutto ciò dal vivo ... ;)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati