I MYR, banda post-progressive metal, sono: Enrico Giannacco, Nunzio Sannino, Dario Morgillo, Simone D'Alessandri, Ruben Ramirez.

Il progetto MYR nasce nel 2009 dall’evoluzione post-rock della band già attiva dal 2003.
La voce solista del gruppo è affidata ad Enrico Giannacco che è anche autore dei testi e delle musiche. Alla stesura di queste collabora il chitarrista Nunzio Sannino, mentre completano la line-up e curano gli arrangiamenti dei brani anche Dario Morgillo, alle tastiere e campionamenti, Simone D’Alessandri al basso e Ruben Ramirez alla batteria e percussioni.
Dopo un lungo percorso di ricerca musicale e di esibizioni in contest live su tutto il territorio nazionale, i MYR si ritirano in studio per lavorare al loro album “DAYS OF CONVERGENCE”, che verrà poi masterizzato a Los Angeles dai Marcussen Mastering.
Le sonorità post-metal della band creano l’humus per un linguaggio musicale sfaccettato, che nel nuovo album si propone di raccontare quelli che loro hanno chiamato “I Giorni della Convergenza”: sono i tempi in cui viviamo, in cui tutto sembra mescolarsi e aggregarsi per dar vita a ciò che comunemente viene definito “società di massa”, questo inarrestabile meltin pot che anima la nostra epoca, nella quale trovare un centro è ormai diventato impensabile.
Alla fine del 2012 i MYR firmano con l’etichetta discografica Areasonica Records e con le edizioni musicali Blue Tattoo Music e iniziano ufficialmente i lavori di lancio, in vista dell’uscita di “DAYS OF CONVERGENCE” il 15 MARZO 2013.
In occasione dell’uscita del disco, la casa discografica lancia su Youtube anche il Videoclip del singolo Apprentice, la prima traccia dell’album: nel video diretto da Carlo Strata la band interpreta il brano immersa in un surreale scenario fra luci sintetiche e materiali di riciclo, che insieme ai musicisti stessi diventano schermo per le proiezioni astratte curate dal V-jay Francesco Burlando. Tutti in materiali di riciclo sono anche i costumi indossati e realizzati dalla performer Fedra Boscaro, che nel video interpreta un inquietante personaggio in bilico fra la realtà e il surreale, sui confini (talmente confusi da cancellarsi) fra il bene e il male.