Buon compleanno 33 giri, da innovazione ad oggetto di culto

anniversario vinile 33 girianniversario vinile 33 giri
22/06/2016 11:34 di

Oggi costituiscono una buona fetta nelle vendite nel mercato discografico, pochi però conoscono la storia dello strumento che ha permesso l'evoluzione dell'industria musicale, con un'innovazione che in questi giorni compie 68 anni e non sembra essere mai stata così attuale.

Stiamo parlando del 33 giri (chiamato così per i giri al minuto necessari per l'ascolto), creato dalla Columbia Records nel 1948 grazie alla trovata di Peter Carl Goldmark, che applicò la tecnica del microsolco con lo scopo di aumentare il minutaggio di ogni facciata del disco ad oltre 20 minuti rispetto ai pochi minuti del precedente 78 giri, motivo per cui il 33 giri è conosciuto anche come Long Playing (LP).

Il materiale utilizzato per la produzione era il PVC (vinile) che sostituiva la gommalacca adottata nella creazione dei 78 giri, portando una novità anche in termini di materiali utilizzati rispetto all'epoca.

La possibilità di incidere più tracce caratterizzò fortemente la produzione e la vendita di questo supporto, che in un anno riuscì a vendere più di un milione di copie, stimolando le altre case discografiche a creare dei supporti propri per l'incisione della musica. Fu così infatti, che neanche un anno dopo, la RCA attivò la produzione per il suo 45 giri che avrebbe portato l'industria discografica a fare un ulteriore passo avanti nello sviluppo e nella ricerca di soluzioni tecnologicamente avanzate. L'industria del vinile da quel momento visse anni floridi, con quasi un miliardo di copie vendute fino al 1978.

Negli anni '80 i dischi LP riuscirono a mantenere considerevolmente alte le vendite, fino a lasciare gradualmente il posto al neonato Compact-Disc agli inizi degli anni '90 che portò l'industria discografica al passo successivo in termini di innovazione. Ora gli LP sono tornati di moda, come testimoniano anche le vendite su scala globale degli ultimi anni, che vedono protagonista il vinile come nei suoi anni migliori.

Per alcuni dietro questo ritorno c'è solo moda, per altri la necessità di toccare con mano la musica, ormai sempre più liquida; poca importa, finché questa rinascita permette al vinile di vivere una seconda splendida giovinezza.

 

Tag: storie music business vinili

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati