La BBC dedica un documentario a Paolo Barrasso, il barbiere più rock’n’roll di Torino

via barbieretorino.com - Paolo Barrasso barbiere Torino punk mod orarivia barbieretorino.com - Paolo Barrasso barbiere Torino punk mod orari
24/02/2017 10:47 di

Vi abbiamo parlato più volte dei gruppi punk degli anni '80 ma se si volesse davvero trovare un punto di vista alternativo per raccontare lo sviluppo in Italia di questa particolare controcultura, una persona che andrebbe interpellata sarebbe sicuramente il barbiere torinese Paolo Barrasso.

Ha iniziato a lavorare nel 1968 nella bottega del padre, vicino alla stazione ferroviaria Porta Nuova, e fin da ragazzino rimase colpito da tutta la nuova ondata di gruppi punk e new wave inglesi: “cominciai a fare questo lavoro quando avevo sedici anni” - racconta Barrasso sul sito de La Stampa - “ma qualche tempo dopo la mia immaginazione fu colpita sfogliando le riviste inglesi che ritraevano gli artisti della scena musicale dell’epoca”.



Dal momento che il padre non vedeva di buon occhio questo tipo di novità, Paolo ha iniziato a fare i primi esperimenti direttamente a casa dei suoi amici o dei gruppi di Torino che volevano adattare il loro stile a quello delle band d’oltremanica. Con l’arrivo degli anni ’80, poi, i ragazzi iniziarono a richiedergli le banane alla Elvis Presley o le pettinature in stile mod, i cui appassionati si radunavano spesso a Piazza Statuto, non troppo distante dal suo negozio. “La capigliatura mod era caratterizzata da un taglio curato ed elegante, con o senza riga" – racconta Barrasso – “qua in Italia la moda fu lanciata soprattutto dai Beatles del loro primo periodo”.

Ora la BBC ha deciso di dedicare un’intera puntata alla storia della sua bottega: Paolo ha raccontato la sua idea di Italian style, confermando che la rasatura deve essere rigorosamente fatta a mano e con solo l’uso delle forbici. “Non a caso molti miei clienti sono studenti universitari stranieri” - conclude Barrasso - “Tutte le volte che chiedo loro quale taglio vogliono la risposta è sempre la stessa: Italian style”.

(via)

Tag: torino punk

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati