Il video del ‘rave letterario’ di Baricco e Bianconi dei Baustelle

22/05/2017 09:36 di

Come avevamo già scritto, quest’anno il Salone Internazionale del Libro di Torino ha dedicato alla musica uno spazio molto ampio, non soltanto all’interno della manifestazione ma anche con il ‘Salone Off’ che dopo le 20.00 anima la città con eventi di vario tipo. Proprio per il ‘Salone Off’, lo scrittore Alessandro Baricco e Francesco Bianconi dei Baustelle hanno creato un ‘rave letterario’ di “Furore”, capolavoro di John Steinbeck del 1939, “il libro in cui ogni migrazione è stata raccontata per sempre”.


(dalla pagina Facebook del Salone del Libro)


Lo scorso sabato, presso lo Spazio MRF (all’interno del capannone ex DAI, edificio industriale dismesso che veniva utilizzato dalla Fiat per la logistica del Comprensorio Mirafiori), il reading di Baricco è stato accompagnato dalle musiche di Bianconi (insieme a Ivan A. Rossi) per la regia di Roberto Tarasco, per uno spettacolo davvero molto intenso e particolare che ha attirato numerosi spettatori. Bianconi ha così annunciato l’evento: “Ci saremo io e Ivan A. Rossi, un giradischi, dei vinili, i sintetizzatori modulari e la drum machine. Ci sarà soprattutto Furore, letto ed espanso da Alessandro Baricco, che ringrazio di cuore per avermi voluto in questa meravigliosa delirante avventura. Grazie a lui sono stato costretto a rileggere un romanzo incredibile. Fatelo anche voi, se avete tempo: come diceva il matto del mio paese, “tutto è inutile ma ogni tanto qualcosa serve”. Il mondo è buio e abbiamo bisogno di fiammiferi.

Francesco Bianconi, subito dopo il reading, ha partecipato anche all’evento dedicato al primo album dei Velvet Underground (un concerto dei Foxhound con moltissimi ospiti) interpretando “Heroin”, e si prepara a partire con i Baustelle per il tour estivo che inizierà il 26 maggio al MI AMI Festival (consigliate le prevendite qui).

Tag: spettacolo

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche