Guarda “Sospesi”, il nuovo video di Colapesce

Un'immagine del video di Sospesi di ColapesceUn'immagine del video di "Sospesi" di Colapesce
20/12/2017 10:44 di

Come annunciato qualche settimana fa sulla sua pagina Facebook con una locandina da film horror (realizzata, come la copertina di “Infedele”, da Alfredo Maddaluno), Colapesce ha pubblicato il video di “Sospesi”, brano tratto dal suo ultimo album “Infedele” uscito lo scorso 27 ottobre per 42 Records/Believe. Diretto da Salvo Nicolosi per il collettivo Ground's Oranges, il video è un omaggio al cinema horror italiano degli anni ’70, in particolare Dario Argento e Lamberto Bava (ma ci sono anche molte citazioni nascoste, da "Twin Peaks" a "La casa") ed è interpretato dallo stesso Colapesce insieme a Valentina Lodovini, con  la partecipazione straordinaria di Franco Mudanò.

Colapesce - "Sospesi"

In occasione dell’uscita del video di “Sospesi”, è possibile acquistare qui fino al 28 dicembre la t-shirt dedicata con il poster in regalo, in edizione ultra limitata. Come specifica l’artista, “Le spedizioni saranno effettuate dal 2 gennaio come è giusto per un vero regalo di Natale…sospeso”. Colapesce nel frattempo si prepara a portare in tour il suo nuovo album, realizzato insieme a Iosonouncane e Mario Conte, con una serie di date speciali e con una band rinnovata, riservando l'apertura di ogni concerto a una serie di cantautori di cui è prima di tutto fan e poi amico, ovvero Andrea Poggio, Barbagallo, Alì e Marco Iacampo. Ma prima di iniziare ci sarà un’anteprima ad Ancona la notte di Capodanno, seguita dal dj set di Jolly Mare: l’evento si terrà in Piazza del Plebiscito e sarà ad ingresso gratuito. Di seguito le prime date annunciate dell’“Infedele tour”.

 

11 GENNAIO MILANO SANTERIA SOCIAL CLUB + Barbagallo

 

12 GENNAIO TORINO CAP10100 - presentato da Todays + Barbagallo

 

18 GENNAIO BOLOGNA TEATRO ANTONIANO + Andrea Poggio

 

19 GENNAIO ROMA AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA SALA SINOPOLI + Andrea Poggio

 

24 GENNAIO CATANIA TEATRO ODEON + Barbagallo

 

26 GENNAIO CONVERSANO (BA) CASA DELLE ARTI + Barbagallo

 

27 GENNAIO NAPOLI HEART + Alì

 

02 FEBBRAIO MESTRE (VE) SPAZIO AEREO + Marco Iacampo

 

La locandina di "Sospesi"

 

 

 

 

Tag: nuovo video

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • Mario Miano 4 mesi fa @mario.miano.39

    Sarebbe interessante da parte di Rockit un articolo giornalistico sui meccanismi della musica: non ho visto infedele comparire in classifica nonostante lo reputi un capolavoro insieme a molti. Non comprendo perché le radio non possano passare "totale" o anche stelle marine di qualche mese fa visto che Jovanotti è già il più programmato con musica che non ha neanche appiglio commerciale. Come pure è interessante leggere su Rockit che nessuno scrive che il disco di Mina e Celentano è brutto ma poi non è che recensite lo stesso Jovanotti subito o altri grandi mostri: è meglio non dare fastidio alle major anche per voi? Personalmente questa canzone di Colapesce è la mia preferita dell'anno insieme a spaziale di Edda e paracadute di Giorgio Poi (ci metterei anche bimbi di Charlie in verità) e le ascolto molto più volentieri di Kendrick Lamar, St Vincent e Lorde (scioccante il suo disco ovunque fra i migliori dell'anno). Insomma un articolo bello forte dove spiegate anche i meccanismi delle radio e del commercio. Ciao e buon anno

  • Chiara Longo 4 mesi fa @vanabass

    Mario Miano ciao, scusa ma mi sfugge qualche passaggio nel tuo ragionamento.Dici di non aver visto "Infedele" in classifica ma è tra i primi 10 della nostra, quindi non capisco.

    Chiara (caporedattore)

  • Mario Miano 4 mesi fa @mario.miano.39

    Ciao Chiara Longo, grazie della risposta, intendevo la classifica Fimi ma in generale volevo chiedere come sia possibile che un disco così bello e di un artista notevole di cui hanno parlato anche Guardian e Lemonde non sortisca alcun effetto visibile. Tutti i giornaloni avant chic trend a mettere Kendrick Lamar e St Vincent nei dischi dell'anno! Ma si rendono conto che non sono mai usciti tanti albums così belli in Italia nello stesso anno? Che cosa te frega di scrivere e celebrare dischi che dopo 2 giorni che escono sono già stati chiacchierati e consumati largamente sul web? Il giornalismo non è stato ucciso dalla rete e sulla base che Rockit è quanto di più prezioso abbiamo oggi in Italia, chiedevo articoli chiarificatori in merito ai meccanismi di oggi. Per esempio è assurdo che con i miei 9 euro al mese di spotify io possa contribuire davvero al guadagno di un artista. Quello che posso fare è ascoltarli ma ripeto, e concludo con un altro esempio recente, mi fa lascia allibito che una canzone come "ottanta" delle Diana, che ho scoperto grazie a Rockit, non se la calcoli nessun altro. Credo sia un capolavoro di musica celestiale, magari i suoni non sono nuovi ma è fatta da Dio, un diabolico incontro da i Dinosaur Jr e i Cocteau Twins. Ciao

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS