Quando Fabrizio De André incontrò Maureen Rix: la storia di “Geordie”

25/07/2017 10:31 di

Se in pochi conoscono la storia che legava Paolo Villaggio, tragicamente scomparso lo scorso 3 luglio, alle canzoni di Fabrizio De André, è ancora meno nota quella che c’è dietro a Maureen Rix e alla sua “Geordie”.

Nata in Inghilterra ma trasferitasi vicino a Genova nei primi anni ’60, Maureen non era una cantante professionista. Conobbe Fabrizio perché il padre, Giuseppe De André, le aveva offerto un lavoro come insegnante di inglese presso la scuola parastatale di Pareto di Sampierdarena. In un’intervista pubblicata dal Secolo XIX racconta della prima volta che l’ha sentito cantare: “Una sera lo invitai a cena a casa mia e di mio marito, lui aveva accettato l’invito premettendo: ‘Non canterò mai’. Dopo alcuni bicchieri di vino rosso, si sciolse, prese una chitarra e cantò davanti agli ospiti “La guerra di Piero”, “Carlo Martello” e altre canzoni. Fu una serata speciale”.

Se la loro amicizia nacque, quindi, nei modi più normali, la storia di “Geordie”, invece, fu decisamente più rocambolesca. Si tratta di un’antica ballata inglese contenuta su una cassetta che Maureen voleva regalare a Fabrizio al ritorno da un viaggio Inghilterra. Purtroppo il nastro si danneggiò e lei si limitò a cantargliela solo una volta, appena tornata a Genova. I due poi si persero di vista perché Maureen accettò un incarico a Rapallo, ma la canzone rimase impressa nella mente del cantautore che, un giorno, chiamò l’insegnante e la portò di fretta a Roma per registrarla. “Andiamo a Roma, devo registrare delle canzoni e devi esserci anche tu” - racconta Maureen - “L’ex moglie di Fabrizio, Puny, guidò tutta la notte da Genova a Roma. Fabrizio era seduto dietro e quando gli chiesi perché lui non guidasse mi rispose con una delle sue solite battute sarcastiche: ‘Mi hanno ritirato la patente perché ho investito due carabinieri a cavallo’. Al momento di registrarla ero agitatissima, non ero una cantante professionista ed ero piuttosto provata per il viaggio notturno, ma si creò qualche cosa di magico”.

“Geordie” è oggi uno dei brani più conosciuti di Fabrizio De André e per Maureen rappresenta una parte importante della sua vita: “Ero una semplice insegnante di inglese che aveva imparato a cantare in chiesa” - conclude - “Incisi il ritornello di “Geordie” senza aver mai fatto prove e dopo una notte insonne passata in autostrada. Fabrizio credeva in me e in quel brano che, ancora oggi, è poesia”.

(via)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche