Francesco De Gregori: lo Stato aiuta il cinema, ma uccide la musica

Francesco De Gregori all'attacco dei finanziamenti pubblici al cinemaFrancesco De Gregori all'attacco dei finanziamenti pubblici al cinema
14/11/2012 14:01 di

Nuovo album in uscita per Francesco De Gregori e conseguente giro di interviste per il cantautore, normalmente molto schivo e restio a parlare. L'album si chiama "Sulla strada" e sarà in vendita dal 20 novembre.

Prima delle canzoni del disco, però, arrivano le parole di De Gregori. In un'intervista al Messaggero in edicola il 14 novembre, De Gregori non ha parole tenere nei confronti del mondo della musica in Italia e mette in campo la questione di un diverso trattamento riservato dall'amministrazione pubblica al cinema e alla musica: «Nessuno pensa più alla musica. La discografia non c'è più. Lo Stato aiuta altri prodotti come il cinema, anche quando non lo merita. So che non è il momento di chiedere soldi ma è come se noi producessimo gomma da masticare, come se con De Andrè, Paoli, Jannacci o Ligabue la musica leggera non avesse scritto pagine importanti per questo Paese».

Tag: cinema polemica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    "Zeta reticoli" dei Meganoidi compie 15 anni e continueremo ad amarla per sempre