De Gregori: "Un angioletto come te", la cover di "Sweetheart like you" di Bob Dylan

Francesco De GregoriFrancesco De Gregori
02/10/2015 10:10

Da oggi è in rotazione radiofonica “Un angioletto come te", il primo singolo di Francesco De Gregori estratto dal suo nuovo disco "De Gregori Canta Bob Dylan - Amore e Furto", in uscita il prossimo 30 ottobre per Caravan/Sony Music. La canzone è una cover di un brano di Dylan incluso all'interno dell'album "Infidels" del 1983, che viene presentata online accompagnata da un video diretto da Alessandro Arianti.

"Sweetheart like you è la storia di un incontro d'amore clandestino –racconta De Gregori– di una passione notturna destinata a svanire all'arrivo dell'alba, ma anche il delicatissimo ritratto di una donna combattuta fra emancipazione e fragilità. Dylan riesce a bloccare in pochi fotogrammi musicali l'incontro fra due vite senza soluzione, a farci vedere per un attimo contemporaneamente le porte dell'inferno e quelle del paradiso, e il confine sempre indefinito fra innocenza e peccato".

Nel disco, disponibile da oggi in pre-order, Francesco De Gregori traduce e interpreta 11 canzoni di Bob Dylan. Questa la tracklist: “Un angioletto come te” (“Sweetheart like you”),“Servire qualcuno” (“Gotta serve somebody”), “Non dirle che non è così” (“If you see her, say hello”), “Via della Povertà” (“Desolation row”), “Come il giorno” (“I shall be released”), “Mondo politico” (“Political world”), “Non è buio ancora” (“Not dark yet”), “Acido seminterrato” (“Subterranean homesick blues”), “Una serie di sogni”(“Series of dreams”), “Tweedle Dum & Tweedle Dee” (“Tweedle Dee & Tweedle Dum”), “Dignità” (“Dignity”).


Questo il testo di "Un angioletto come te" (Bob Dylan - Francesco De Gregori):

 

L’atmosfera è buona, lui non c’è

È andato all’estero e non tornerà

La vanità se l’è mangiato vivo

Però è partito con dignità

Ma per inciso che bel sorriso

Adesso che sei in piedi qui davanti a me

Ma che ci fa in un posto simile un angioletto come te?

C’è stata un’altra che ti somigliava

L’ho conosciuta tanto tempo fa

Era fantastica a dare le carte, era bravissima,

Me la ricordi per quel cappello e per come ti sta

Ma la regina di cuori deve uscire dal tavolo, è facile,

Prima c’era ed adesso non c’è

Che ci fa in un posto simile un angioletto come te?

Facevi meglio a restare a casa

E non andartene in cerca di guai

Dovresti amare chi ti vuole bene

E non vorrebbe farti piangere mai

Ora è impossibile capire dal primo bacio

Il tuo limite estremo qual è

Ma che ci fa in un posto simile un angioletto come te?

Stasera puoi diventare famosa, credimi,

La gente per strada si volterà

Vorranno tutti sapere qualcosa e se è stato difficile

Camminare sui pezzi di vetro e ritrovarsi qua

Lo sai, da un pezzo si parlava di te

Ancora prima che arrivassi in città

E che tuo padre ha un aereo privato

E molte case di proprietà

Scappa da tutto questo, la gente è gelosa

Fanno finta di amarti e ti odiano senza un perché

Ma che ci fa in un posto simile un angioletto come te?

Devi essere qualcuno per stare qui stasera

Essere pronta a dannarti l’anima

Devi convincerti che non sei l’unica a esistere

Devi suonare l’armonica finché la bocca non sanguina

Qualcuno ha detto che l’amor di patria

È l’ultimo rifugio che c’è

Ruba una mela e finirai in galera

Ruba un palazzo e ti faranno re

C’è solo un passo da fare adesso

Il paradiso lo sai bene dov’è

Ma che ci fa in un posto simile un angioletto come te?

Tag: nuovo brano

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Il trailer del bellissimo documentario sulla Tower Records