Indie Pride, guarda la nuova campagna di sensibilizzazione contro bullismo, sessismo e omofobia

Indie PrideIndie Pride
30/10/2017 09:17 di

Lo scorso 28 ottobre presso il Tpo di Bologna si è svolta la sesta edizione dell’Indie Pride - Indipendenti contro l’omofobia. Durante la serata si sono esibiti Fast Animals And Slow Kids, Blindur, España Circo Este, Cristallo e Management del Dolore Post-Operatorio, e tutti hanno partecipato al video “Un bacio contro omofobia, bullismo e sessismo”, la nuova campagna di sensibilizzazione lanciata da Indie Pride, associazione no-profit con sede a Bologna che da anni si propone di unire artisti e addetti ai lavori del mercato discografico per dire no a omo-transfobia, sessismo e bullismo. L’associazione ha scritto una Carta d’Intenti proposta a molte band e al mondo del mercato discografico, “un documento che parte dai valori e principi dell'Associazione con l'obiettivo di debellare bullismo, sessismo e omofobia attraverso quello strumento multicolore che è la musica. Un invito quello di aderire alla Carta D'Intenti rivolto da Indie Pride al mondo discografico che ha ottenuto tante sottoscrizioni ma soprattutto tanti, tantissimi baci. Perché a volte per dire NO a omofobia, bullismo e sessismo basta un bacio”.

Indie Pride - "Un bacio contro omofobia, bullismo e sessismo"


Gli obiettivi della campagna, alla quale hanno aderito molti altri artisti oltre a quelli che si sono esibiti durante la serata, come pure associazioni ed etichette, sono “Sensibilizzare e informare sulle tematiche legate e collegate a omofobia, bullismo e sessismo; difendere e stimolare il dialogo attraverso l'incontro tra la musica e il pubblico, tra l'artista e i giovani; promuovere diritti ed etica della e nella musica a livello nazionale, tra gli artisti e nel mondo musicale tout court; monitorare e supportare il mondo della musica nella sua interezza; collaborare e fare squadra con gli artisti ma anche tra associazioni affini, partner e imprese”. Dopo aver firmato la scorsa primavera il “Patto generale di collaborazione per la promozione e la tutela dei diritti delle persone e della comunità LGBTQI nella città di Bologna” con il Comune e altre 13 associazioni LGBTQI che hanno presentato ben 52 progetti, il prossimo passo dopo l'evento del 28 ottobre sarà quello di “proporsi ai Festival Italiani Musicali dell'estate 2018 per organizzare all'interno dei festival stessi degli incontri sulla tematica della lotta a omofobia, bullismo e sessismo attraverso la musica proprio con quegli artisti e addetti ai lavori che hanno aderito a Indie Pride”.

Tag: politica

Pagine: Management del Dolore Post-Operatorio Fast Animals And Slow Kids España Circo Este Blindur

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati