Lucio Battisti, i suoi brani potrebbero presto arrivare in streaming

Per la liquidazione della società Acqua Azzurra, proprietaria dei diritti delle canzoni di Battisti, prevista la possibilità di concedere licenze di sfruttamento economico delle opere anche online.
05/09/2018 12:39

Il meraviglioso mondo musicale di Lucio Battisti è da anni al centro di una battaglia legale: la società Acqua Azzurra, proprietaria dei diritti di tutte le canzoni pubblicate dal 1969 al 1980 (con una rendita di circa 800 mila euro l’anno), vede da una parte la vedova Grazia Letizia Veronese e il figlio Luca, e dall’altra Mogol e la Universal Ricordi, del gruppo francese Vivendi di Vincent Bolloré. Le incomprensioni fra le parti hanno portato ad atti giudiziari e cause di risarcimento, fino all’inevitabile messa in liquidazione per il mancato raggiungimento di un voto a maggioranza qualificata (dove il 56% degli eredi Battisti non sarebbe stato sufficiente) nel 2016. Ma i problemi non sono finiti lì: la gestione dei liquidatori nominati dagli azionisti è stata messa a dura prova, costringendo i due alle dimissioni e a contattare il Tribunale delle Imprese, che ha deciso di nominare un commissario. E, nelle parole dei giudici, compare oggi una possibilità inattesa: le canzoni di Battisti potrebbero presto arrivare in streaming.

Lucio Battisti con la moglie Grazia Letizia Veronese (foto via Wikipedia)

Il Tribunale ha nominato come commissario Gaetano Maria Giovanni Presti, avvocato e docente all’Università Cattolica, ponendolo alla guida della società, scrivendo che ha “tutti i poteri di legge volti alla miglior liquidazione della società, nessuno escluso”, e “che eserciterà nella sua piena discrezionalità e responsabilità senza necessità di autorizzazione alcuna dei soci”. Ma la vera novità è che, in alternativa o in concorso con la vendita in blocco del catalogo editoriale, ci sarà la possibilità di concedere licenze di sfruttamento economico delle opere “anche online”. Nell’attesa che la Corte d’Appello si pronunci sul risarcimento di 2,6 milioni di euro riconosciuto a Mogol nel 2016, e mentre la Universal, nelle parole del Presidente Claudio Buja, spera ancora di poter uscire dalla liquidazione, la situazione resta complessa e ovviamente tutti i fan del grande Lucio sperano di poter finalmente trovare i suoi brani anche in streaming. Ma la guerra, a quanto pare, non è ancora finita.

 

(via)

 

---
L'articolo Lucio Battisti, i suoi brani potrebbero presto arrivare in streaming di margherita g. di fiore è apparso su Rockit.it il 05/09/2018 12:39

Tag: polemica

Commenti
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati