Presto a Berlino aprirà il primo museo della techno

via Berliner-liste.org/ - KRAFTWERK BERLINvia Berliner-liste.org/ - KRAFTWERK BERLIN
13/07/2016 10:55 di

Come vi avevamo già anticipato lo scorso anno, Berlino avrà presto un museo interamente dedicato alla musica techno. L’idea è del sessantenne Dimitri Hegemann, il fondatore del Tresor, uno dei club più importanti per la città ed uno dei punti di riferimento per il clubbing di tutto il mondo.

Il museo sarebbe previsto nel Kraftwerk Berlin, l’enorme centrale elettrica da tempo adibita a mostre e serate, che dal 2007 ospita anche la nuova sede del Tresor. Hegemann ha recentemente polemizzato sul sito Star2.com affermando che per troppo tempo l’amministrazione comunale ha sottovalutato l’importanza di tutte quelle nicchie di appassionati che ogni anno vengono a Berlino in cerca di quelle sottoculture che animano la città e, a suo avviso, la techno ha sicuramente un ruolo fondamentale in tutto questo.

Per lui la parola museo - associata normalmente ad un luogo che colleziona resti del passato - non è la più adatta e preferisce definirlo come un “archivio vivente della techno”. Dovrà essere un posto che racconti le origini e le evoluzioni del genere musicale ma che sappia anche trasmettere cosa significhi fare mattina ballando in una cantina buia e che puzza di muffa.

Penso ad un luogo dove i visitatori potranno entrare e, improvvisamente, trovarsi al buio” - commenta Hegemann - “la macchina del fumo sarà funzionante, i bassi risuoneranno e si potrà intravedere un bar e un dj in lontananza. Un museo dei sensi per coloro che, normalmente, non vanno nei club”.

Secondo quanto già annunciato, il museo dovrebbe essere pronto entro la fine del 2016, in occasione dei venticinquesimo anniversario del Tresor. Ad oggi, però, Hegemann non ha ancora voluto comunicare una data ufficiale di inaugurazione.

 

(via)

Tag: museo dance discoteca

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS