Sergio Endrigo vince un Oscar postumo per Il Postino

Luis Bacalov mette fine a una causa ultradecennale inserendo Endrigo tra gli autori della colonna sonora del PostinoLuis Bacalov mette fine a una causa ultradecennale inserendo Endrigo tra gli autori della colonna sonora del Postino
01/10/2013 15:04 di

Oscar postumo per Sergio Endrigo. Il cantautore è stato infatti inserito tra gli autori del tema della colonna sonora del film “Il postino”, diretto nel 1994 da Michael Radford. Un riconoscimento che arriva diciassette anni dopo la vittoria della statuetta da parte del compositore Luis Bacalov, fino a oggi unico autore accreditato per la composizione presso la SIAE.

Per capire bene la storia è necessario un passo indietro. Nel 1994 esce “Il Postino”, ultimo film interpretato da Massimo Troisi. La pellicola ha un enorme successo e arriva ad avere cinque nomination per gli Academy Awards del 1996. Tra questi, l’unica conquistata è quella per la colonna sonora, firmata da Luis Bacalov. In quel brano, però, Endrigo scorge una somiglianza con “Nelle mie notti”, brano che aveva composto nel 1974 insieme al cognato Riccardo Del Turco e all’amico Roberto Margheri.

Nonostante si conoscano molto bene e abbiano collaborato per anni, Endrigo e Bacalov non trovano un punto d’incontro e così parte la causa per plagio. Come da buona tradizione italica, i tempi diventano lunghissimi: in primo grado vince Bacalov, in appello Endrigo, mentre la Cassazione decide di rimandare nuovamente la decisione alla Corte di Appello di Roma. Un intrico giudiziario che si è risolto solo in questi giorni: è arrivata infatti la notizia che Luis Bacalov ha inserito tra gli autori della colonna sonora de “Il postino” anche Endrigo, Del Turco e Margheri.

Una decisione che, nei fatti, riconosce un oscar postumo a Sergio Endrigo, scomparso a Roma nel 2005.

Tag: colonna sonora premio oscar

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS