I biglietti degli U2 non sono ancora in vendita su Ticketone, ma si possono già trovare sui siti di secondary ticketing

via marilu.it - u2via marilu.it - u2
11/01/2017 10:29 di

Qualche mese fa l'ondata di indignazione riguardo l'apertura del vaso di Pandora del secondary ticketing ha sollevato molte voci di protesta: sin dal primo servizio delle Iene, molti organizzatori e siti di rivendite ufficiali si sono dissociati da quanto accaduto. 

Eppure, questa mattina alle 9 è stata aperta una prevendita dedicata ai soli membri del fan club degli U2 sul sito ufficiale della band per la data del 15 Luglio a Roma, mentre la prevendita ufficiale per tutti si aprirà il 16 gennaio alle 10 su Ticketone. Ma sui siti di secondary ticketing come questo sono già disponibili i biglietti (a prezzi che vanno dai 160 € in su) per tutte le aree dello stadio. 
In pratica, le prevendite ufficiali non sono ancora aperte, ma potete già acquistare i biglietti che più vi interessano a prezzo maggiorato, e questo sta accadendo nonostante Ticketone abbia coinvolto, per la prima volta nella storia del settore, PwC (PricewaterhouseCoopers S.p.A) primaria società di consulenza ed auditing al fine di verificare l'applicazione dei processi distributivi ed i dati delle vendite e lo svolgimento regolare.

Proprio in queste ore la stessa Ticketone ha inviato una lettera a tutti gli associati Assomusica per ribadire la propria disponibilità a collaborare contro il bagarinaggio online. Ecco il testo integrale:

Carissimi associati,
in questo momento di riflessione e rilancio Ticketone, pur non essendo titolata a partecipare a questa assemblea, intende esprimere la propria vicinanza all'Associazione e riaffermare la propria disponibilità al servizio di Promoter, Produttori, Manager e Artisti.

Ritendendo di aver sempre agito nell'interesse dell'intero comparto con professionalità e trasparenza e con l'unico obiettivo di offrire in modo del tutto imparziale un servizio eccellente ai proprio Clienti, Ticketone ribadisce come nello svolgimento della propria attività si sia sempre comportata con la massima correttezza.

La Società non ha infatti MAI collaborato o interagito con società o soggetti riconducibili al secondary market e non ha MAI avuto conoscenza del coinvolgimento di operatori del mercato nelle suddette attività, salvo attraverso quanto emerso di recente.

Al contrario esistono in Ticketone da molti anni (circa dieci) procedure interne atte a prevenire qualsiasi contaminazione con il suddetto fenomeno, mentre nuove misure sono state progressivamente introdotte o previste sulla base dell'evoluzione e della conoscenza del fenomeno.

Restiamo pertanto a vostra disposizione pronti a collaborare in termini propositivi, operativi ed eventualmente associativi alle iniziative che verranno promosse per migliorare credibilità e sicurezza del comparto per il quale tutti insieme operiamo.

(via)

Tag: bagarini polemica

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • Ben Red 11/01/2017 ore 21:08 @beny65

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!

  • Stefano Micchìa 13/01/2017 ore 11:06 @micchia_s

    A Barcellona per i biglietti degli U2 hanno risolto con i biglietti nominativi:

    http//help.ticketmaster.es/faq/buying-u2-nominative-tickets

    E' evidente che in italia il problema non si voglia risolvere veramente.

  • agadino 14/01/2017 ore 17:49 @agadino

    La soluzione dei biglietti nominativi sarebbe quella risolutiva per contrastare il bagarinaggio.. quello che mi chiedo è, nella pratica, come si svolgerebbe? Gli addetti all'ingresso dovrebbero controllare i documenti, oltre la validità del biglietto.. non rallenterebbe troppo l'operazione di ingresso?

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati