Vasco passa ai fatti e si affida Viva Ticket, mentre Siae porta il caso U2 in tribunale

via http://vivaticket.vascomodena.it/ - Vasco Rossi Modena Parkvia http://vivaticket.vascomodena.it/ - Vasco Rossi Modena Park
18/01/2017 11:24 di

Due giorni fa vi avevamo fatto leggere la lettera aperta che TicketOne aveva indirizzato a Vasco Rossi per convincerlo a riaprire la loro collaborazione. Oggi il rocker di Zocca ha risposto con i fatti affidando a Best Union e alla piattaforma Viva Ticket la vendita dei biglietti del prossimo Modena Park, la grande festa organizzata per i 40 anni della sua attività live. La società bolognese, diretta da Luca Montebugnoli, sarà l’unico canale di vendita tramite cui sarà possibile acquistare i biglietti dell’evento.

Il concerto di Vasco sarà un evento unico per molti motivi” - assicura Montebugnoli - “Primo fra tutti per la grande attenzione al rispetto dei fan: una richiesta posta dal team di Vasco e che proprio a Vasco dovevamo per il suo essere Maestro di serietà e correttezza. Troppe volte, negli ultimi anni, la parola 'rispetto' è mancata nel mercato dell’entertainment".

La società, tramite la piattaforma Viva Ticket, sarà in grado di rintracciare ogni utente che acquisterà i biglietti. Saranno concesse non più di due transazioni per ogni acquirente per un totale di 12 biglietti complessivi. Nonostante l’imprenditore ribadisca che quella al secondary ticketing è “una guerra” difficile da combattere, quello di Vasco Rossi è uno dei primi veri tentativi da parte del music business di affrontare concretamente questo problema.

Parallelamente la Siae continua la sua campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sul mercato secondario. Ieri ha presentato un ricorso d’urgenza al Tribunale Civile di Roma in merito alla vendita anomala di biglietti del concerto degli U2.

"Dopo aver visto che alcuni siti ieri, dopo 25 minuti dall’apertura della vendita dei biglietti sui canali ufficiali, hanno messo in vendita sul mercato secondario i biglietti a prezzi notevolmente maggiorati per il concerto del 15 di luglio, abbiamo deciso di agire immediatamente" - spiega Gaetano Blandini direttore generale di Siae - “Anche in questo caso abbiamo ottenuto l’adesione di Federconsumatori, con cui Siae ha siglato un protocollo d’intesa due anni fa, per intraprendere insieme tutte le azioni legali e mediatiche a tutela dei diritti dei consumatori".

Tag: mercato discografico music business

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati