Dopo la causa con Mogol la società della vedova di Battisti ha perso 1,6 milioni di euro

29/08/2017 09:55 di

Acqua Azzurra srl, la società di edizioni che gestisce i diritti delle canzoni di Battisti detenuta per il 59% dalla vedova del cantautore Grazia Letizia Veronese, è in liquidazione. Secondo quanto riporta Radiocor, l'agenzia di stampa del gruppo 24 Ore, l’srl nel 2016 è andata per la prima volta in rosso registrando una perdita di 1,6 milioni di euro contro l’attivo dei 510.000 euro dell’anno precedente.

Il motivo di tale perdita sarebbe legato alla causa tra la vedova e Mogol, iniziata più di cinque anni fa, dove il paroliere chiedeva agli eredi di Battisti un risarcimento di 8 milioni di euro. Il tribunale di Milano ha recentemente concesso a Mogol un rimborso di 2 milioni e 651.000 euro e ora la vedova e il figlio, Luca Battisti, aspettano l’appello previsto per la primavera.

Intanto Mogol ha fatto richiesta di pignoramento dei beni della società, bloccando le disponibilità liquide depositate in un conto corrente che ammontano a 1,2 milioni di euro. Così cita il verbale dell’assemblea di Acqua Azzurra: “A seguito dell’esito della causa Mogol e dell’azione da quest’ultimo avviata per il recupero delle somme liquidate a titolo di risarcimento, le disponibilità finanziarie della società si sono pressoché azzerate e i flussi di cassa maturandi presso la Siae sono oggetto di pignoramento da parte di Mogol”.

Il risarcimento di Mogol non ha fermato però le possibili trattative per la vendita dell’intero catalogo delle canzoni di Battisti. I liquidatori della società, Marco Campiotti e Giannunzio Corazza, hanno affermato l’intenzione di proporre entro la fine il prossimo mese una gara tra le tante società interessate e comprendendo, ovviamente, tutte le major musicali. Tale vendita però non escluderà gli eredi da futuri guadagni: il Sole 24 Ore precisa che, per contratto, è previsto che chiunque compri il catalogo continui a versare loro quanto dovuto.

(via)

Tag: diritto d'autore diritti musicisti

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • indienick 29/08/2017 ore 21:56 @indienick

    Speriamo almeno che dopo tutta questa vicenda si possa fare in modo di ristampare tutta la discografia di Lucio rimasterizzata in digitale e magari di renderla disponibile anche nei negozi digitali e in streaming così da poter apprezzare meglio questi capolavori è davvero un peccato, per tutti i grandi italiani e stranieri è stato fatto vedi Battiato Beatles Pink floyd ecc ecc. Speriamo bene

  • eugeniaforlucio 31/08/2017 ore 10:27 @eugeniaforlucio

    Penso che, se l'intento di Mogol fosse stato veramente quello di salvaguardare e diffondere il patrimonio Bartisti/Mogol, avrebbe potuto chiedere un risarcimento simbolico e non 8 milioni (anche se gliene hanno accordati 2,6). Cosi ha dimostrato di essere interessato solo al vile denaro dando inoltre adito a querelles squallide che nuocciono al ricordo di Lucio Battisti, il cui nome dovrebbe essere associato solo alla sua musica.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Andare ai concerti allunga la vita