YouTube quanto paga i musicisti? Pochissimo, meno di Spotify e Deezer

YouTube è il primo sito per quantità di canzoni in streaming, ma è quello che paga di menoYouTube è il primo sito per quantità di canzoni in streaming, ma è quello che paga di meno
04/02/2014 11:26

Il servizio di streaming musicale più diffuso al mondo non è Spotify e nemmeno Deezer, ma YouTube. Certo, il modello è completamente differente, ma la piattaforma video di Google continua a proporsi come alternativa ai due servizi freemium e rimane stabilmente il sito cui si rivolge la maggiore parte degli utenti in cerca di musica.

Questa posizione dominante non si traduce però in pagamenti alle band superiori rispetto a Spotify e Deezer, anzi. È di questi giorni l’annuncio del vicepresidente di YouTube Tom Pickett, il quale ha dichiarato che la piattaforma video negli ultimi anni ha pagato oltre un miliardo di dollari ai musicisti. Il risultato è importante e la cifra sembra enorme, ma viene decisamente ridimensionata se si pensa che Spotify ha dichiarato di aver versato circa 500 milioni di dollari ai musicisti nel solo 2013. Sempre Spotify ha dichiarato di pagare tra 6.000 e 8.400 dollari ogni milione di streaming, mentre “un celebre sito di video” si fermerebbe a 3.000 dollari.

Nonostante un volume di traffico superiore, quindi, YouTube paga meno. C’è poi da considerare un altro aspetto, sollevato recentemente da Geoff Taylor, dirigente della BPI, associazione di discografici inglesi: secondo Taylor, YouTube non si impegnerebbe a sufficienza nel contrasto di siti e servizi che permettono di trasformare i video in mp3 e poi di scaricarli localmente, andando così a danneggiare ulteriormente i musicisti.

Tutti motivi che stanno creando tensioni crescenti tra l’industria discografica e YouTube.

[via], [via]

Tag: youtube spotify deezer

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello