YouTube si mangia la musica e la tv

19/10/2011

Prove tecniche di impero. Abbiamo visto ieri come Amazon abbia deciso di smettere di essere un semplice store per entrare nel mercato dell'editoria dalla porta principale, ovvero diventando una casa editrice.

Simile il percorso che vuole intraprendere YouTube. Pochi giorni fa la piattaforma video ha annunciato l'apertura di un merch store, ovvero di una sezione in cui sarà possibile acquistare diversi tipi di prodotti legati alla musica. Si parte dalle canzoni e si arriva a biglietti e merchandising delle band: in realtà YouTube non ha creato un negozio vero e proprio, limitandosi a stringere accordi di partnership con realtà già attive nel settore. Resta il fatto che con questa mossa YouTube si propone come snodo nevralgico per l'ascolto e la fruizione di musica, affiancando allo streaming gratuito la possibilità di acquistare prodotti a pagamento.

Più centrale il ruolo di YouTube nel futuro mercato televisivo. Google ha infatti deciso di investire pesantemente nella produzione di contenuti originali. Nei prossimi mesi YouTube investirà infatti una cifra vicina ai 150 milioni di dollari per realizzare 24 canali tematici. Per farlo, YouTube si affiderà a colossi dell'intrattenimento, come Warner Bros e Freemantle Media. Una vera e propria sfida alla televisione tradizionale, condotta avendo come partner aziende che da decenni sono al servizio proprio delle emittenti generaliste. Un netto cambio di prospettive per un sito che ha sempre fatto dei contenuti creati da utenti qualunque uno dei suoi punti di forza.

Un attacco frontale, insomma. Resta da vedere come l'industria culturale e dello spettacolo tradizionale risponderà a questa offensiva.

Per info:
www.rockit.it/news/15023/rivoluzione-amazon-lo-store-diventa-una-casa-editrice

Tag: youtube

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas