Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Zero Kills è il secondo album ufficiale firmato The Night Skinny (TNS), producer e sound engineer classe 1983. Un album che arriva dopo quattro anni dal primo successo Metropolis stepson (Relief Records EU). Zero Kills evidenzia un’identità musicale ben definita. Il solo lavoro sui sample parla chiaro: TNS, durante i suoi viaggi, ha collezionato una serie di vinili di “world music” da cui ha estratto quei suoni che fanno da collante nella produzione musicale dell’album. TNS é ben conosciuto inoltre come produttore musicale attivo nel suo Eden Garden Studio e, grazie al suo gusto eclettico, ha collaborato già ai tempi di Metropolis Stepson con artisti del calibro di Antipop Consortium. I risultati si vedono anche nella lista di prestigio degli ospiti presenti in Zero Kills: Marracash, Patrick Benifei, Johnny Marsiglia, Madman, Lord Bean, Ensi, Salmo, Dj Double S, Mecna, Dargen D'amico, Jack The Smoker, Clementino, Gemitaiz, Nitro, Nex Cassel, Noyz Narcos, Achille L, Luchè, Casino Royale, Ensi, Colle Der Fomento, Ghemon, Tormento, Stokka & MadBuddy, Bluebeaters Brass, Chicoria, Louis dee, Er Costa, Rocco Hunt ed E-Green. Il titolo del disco è ispirato alla Guerra di secessione americana, detta anche “Grande ribellione”. Al ritorno dal campo di battaglia, su ogni tenda che ospitava i combattenti, veniva appeso un cartello indicante il numero dei morti avuti in giornata. Le tende senza perdite affiggevano il cartello ‘0 Kills’, abbreviato OK. Il termine OK dunque rappresentava l’andamento positivo della giornata e oggi, ovunque, è una dei termini di maggior uso comune. Questa storia ha ispirato The Night Skinny per dare vita a questo nuovo disco, una vera e propria colonna sonora hip hop, un viaggio tra beat e rime dal sapore internazionale.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati