Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

L’album d’esordio della producer trentina si distacca dai due EP precedenti, che gravitavano attorno a sonorità dream-pop e chillout, per esplorare ambienti esotici e forme compositive meno tradizionali. Concepito per l’ascolto su vinile, il disco si articola in due momenti: il lato A si sviluppa attraverso brani in cui la componente ritmica assume un ruolo fondamentale nel dialogo tra world music ed elettronica, mentre il lato B è composto da un’unica traccia ambient costruita attorno a elementi improvvisativi vocali e strumentali. Come nei lavori precedenti, il sound di Noirêve si definisce a partire da suoni organici processati e ricontestualizzati, ma l’utilizzo di scale e strumenti lontani dalla tradizione occidentale, unito al distacco dalla forma canzone, collocano Pitonatio in una dimensione più sperimentale e ricca di contaminazioni.

Credits

Tutte le tracce scritte e prodotte da Noirêve, eccetto Bradipedia scritta da Noirêve e Jacopo Bordigoni.
Hanno partecipato Jacopo Bordigoni (sitar e chitarra), Angelo Sorato (bansuri), Alice Righi (voci in Jalìa), Niomí O’Rourke (voci in Bradipedia e Musica per Grattini), Juno (voci in Pitonatio), Giulio Bazzanella (basso), Osvaldo Latanza (voci in Lu Rusciu de Nonno Osvaldo), Hermanos Thioune (percussioni africane).

Mixato da Fabio de Pretis, eccetto Pitonatio, mixata da Alessandro Battisti.

Masterizzato da Jo Ferliga presso il Tapewave Mastering.
Foto di Elisa Simoncelli e Francesco Franzoi.
Cover artwork e graphic design di Elisa Simoncelli.

Commenti (1)

  • Erick Le Wooz 2 mesi fa @alvoltceramica

    C'e Giulio Bazzanella al basso quindi deve esser buono....

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati