NUT si forma nel novembre 2009. Alla pubblicazione del loro primo Ep “Hapax ”(in freedownload dal sito sinusiterecords.jimdo.com )ha fatto seguito un tour di due anni in tutta Italia e Uk.
A Settembre del 2011 esce il loro primo full-leght dal titolo “Gravità Inverse” (Sinusite Records e POGOSELVAGGIO! Records), prodotto e mixato da Giulio“Ragno”Favero (One Dimensional Man, ZU, Il Teatro Degli Orrori), registrato al SAM Studio di Lari (Pisa) e masterizzato da Giovanni Versari al Nautilus Mastering di Milano. Alla realizzazione del disco hanno contribuito due grandi musicisti e figure importanti della scena alternativa italiana: Nicola Manzan (Bologna Violenta, Il Teatro degli Orrori) e Marina Mulopulos (Almamegretta, Malfunk, Tilak).
Dura 7 mesi il tour promozionale di “Gravità Inverse” che porta la band a suonare tra Italia e Germania. Alla fine del tour il bassista Mister P. decide di lasciare la band.
Dopo un doveroso periodo di riflessione i NUT si rimettono in moto sperimentando, per la prima volta, la formula del duo, riarrangiando e registrando il pezzo “Set The Controls For The Heart Of The Sun” per la compilation tributo ai Pink Floyd di Mag Music.
Ad Ottobre 2012 iniziano a comporre il nuovo album “Babylon”, che uscirà a Gennaio 2014 per Blotch Records, e che vede nei panni di produttore Marco Gorini (Sam Studio).
Matteo D'ignazi: E' laureato in Storia ma vive di musica. Sì è diplomato in batteria presso la Thames Valley University di Londra.
Ama l'inverno, il freddo, il camino, la lettura e ascoltare tanta musica.
Matteo Sciocchetto:
Figlio di una pianista studia canto e filosofia da molti anni. In alcuni periodi vive di serie televisive e fumetti di Dylan Dog. Ama la mitologia, soprattutto quella greca.