Descrizione

L’11 dicembre 2017 esce su tutte le piattaforme digitali per Ahurea Dischi, “Via Lombardia, 24”, l’album di esordio del duo tarantino Ombre Cinesi composto da Donato Maiuri (cantautore, producer) e Roberto Sticchi (chitarrista, producer).
L’album segue la grande attesa generata in pubblico e addetti ai lavori dai singoli “Non Mi Piace Flirtare” e “Nei”.
In “Via Lombardia, 24” confluiscono sonorità tipiche dell’indie italiano degli ultimi anni con forti richiami al cantautorato italiano, in particolare anni ’70, alle sonorità new wave e all’elettronica moderna.
Una nostalgia che suona moderno, attuale, con testi da cantare a squarciagola. Un lavoro intimo e intenso che lancia una nuova realtà dell’indie-pop italiano.
"Via Lombardia, 24" verrà presentato in anteprima live nazionale giovedì 7 dicembre in apertura dei live dei Gomma agli Ex Magazzini (Roma).

DESCRIZIONE DELLE SINGOLE TRACCE

1. Non Mi Piace Flirtare
Un inno alla spontaneità, alla purezza. Le strofe raccontano la voglia di abbattere gli schemi e non etichettarsi. Il ritornello esplode nella ricerca quasi disperata della semplicità di uno sguardo che “sa incendiare” e nel riconoscersi in esso, allontanando quindi gli schemi moderni di un flirt. Non Mi Piace Flirtare, cerca di ripartire dalla semplicità. Questo lo si evince anche dall’arrangiamento: minimale ma incisivo.
2. Yoga
Parla delle difficoltà che incontra un amore durante la quotidianità. Praticare ad esempio discipline alla moda “hai quel corso di Yoga stranissimo” per dare un motivo alle proprie giornate ed escludere il pensiero di un rapporto che probabilmente non funziona più, senza “affrontarlo”. La risoluzione nel ritornello è un’ultima notte di passione che, seppur bellissima, cancella tutto. L’arrangiamento alterna momenti eterei a ritmi incisivi e melodie scandite.
3. Nei
Racchiude i ricordi di una storia d’amore e del senso di inadeguatezza che la stessa trasmetteva ai due amanti. La descrizione dei luoghi più significativi, associati ai momenti di calore e gelo vissuti. Dettagli corporei che diventano stelle e la voglia di non lasciarsi.
4. Dimmi Che È Vero
Racconta la desolazione e allo stesso tempo la bellezza della vita vissuta nei nostri giorni. Passando da una hit su Spotify che quasi cancella le distanze fisiche tra due persone quando si cercano, al “tram tram” della vita quotidiana che spesso ci fa perdere: nei silenzi, nella solitudine, nelle corse dei treni e negli sguardi svuotati da tutto questo. La ricerca dell’amore e dell’anima gemella fungono da risoluzione nella pretesa che la storia d’amore sia quella “giusta” e funzioni: “ Dimmi che è vero”. Ritmata.
5. Cose Sconosciute
Sentirsi incompiuti, alla ricerca di qualcosa, non riuscire mai a comprendere cosa. Ma continuare a cercare e a cercarsi. Trascinare anche un’altra persona in questa ricerca. La voglia di salvarsi e salvarla. Atmosfere sognanti.
6. Fior Di Fragola
Parla delle abitudini di una coppia e della decadente bellezza che sprigionano. Immagini dolci e sensuali. La voglia allo stesso tempo di andare lontano per emergere, non dimenticando la semplicità che funziona come trampolino per crescere e sentirsi in grado di affrontare la vita anche se soli (e non in coppia). E’ una ballad: sonorità dolci, toccanti ed evocative.
7. Anna
Richiamare la fiducia della persona amata, quasi sembrare pazzo ai suoi occhi, affidarsi a lei e alla sua spontaneità e delicatezza. Rassicurarla e sentirsi rassicurato.
8. Mano Nella Mano
Canta la mancanza della persona amata nella propria vita. Le parole non dette e i gesti sbagliati, che hanno ormai inevitabilmente compromesso il rapporto. L’incapacità di abituarsi “all’idea che ormai è tardi” . Dolce e allo stesso tempo malinconica negli arrangiamenti.

Credits

CREDITS
Testi: Donato Maiuri, eccetto “Mano nella Mano”, scritta da Roberto Sticchi
Musica: Donato Maiuri e Roberto Sticchi
Produzione, mixing e mastering: Casa Ahurea

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati