Biografia Ophiuco

Ezua e Malima cominciano la loro collaborazione con il nome di IK14.
Dopo il fortunato esordio con Holiday In The Universe (Fridge Zone – 1998), Ezua si aggiunge alla formazione fondata da Malima nel 2000, esperienza questa che li vede diventare in brevissimo tempo il gruppo di punta della Drum & Bass italiana e che li porta a solcare i palchi dei più prestigiosi festival italiani ed europei, suonando accanto a nomi come: Chumbawamba, Apollo 440, Kruder & Dorfmeister, Nine Inch Nails. A seguito di questa fortunata avventura, si unisce al duo Ali, performer attiva da anni in ambito teatrale, la cui voce trova la sua ideale collocazione nell'uso mai scontato dell'elettronica che caratterizza il collaudato duo di musicisti. La presa di coscienza della nuova formazione e l'azione a cui tendono è sin dagli esordi da ricercarsi nell'ambito della destrutturazione, dell'alternativa da riproporre accanto all'originale. Slancio sempre accompagnato da suoni che si modificano e si sporcano per rispecchiare e adattarsi al caos della società moderna e all'ineluttabilità della vita quotidiana.
Comincia così la nuova avventura della band che prende da questo momento il nome di Ophiuco.
È del 2007 il primo lavoro del gruppo Hypno Queue per l'etichetta svizzera Minuta Records. Lavoro che viene pubblicato on-line e suddiviso in due Ep e a cui fa seguito una lunga serie di concerti che porta la band a esibirsi in tutta Italia. Dopo questo lavoro, i tre Ophiuco si
dedicano a diversi progetti personali, ritrovandosi nel 2014 per produrre Hybrid che uscirà l'anno successivo per Seahorse Recordings e che vedrà la collaborazione di nuove voci da affiancare a quella di Ali: Irene "Ire" Parabita, Luca "Morse" Morselli e Nathalie
"Nat" Carlesso. Presenze queste che modificano e ampliano l'impianto sonoro e l'approccio strutturale della band dando vita a un disco che viene apprezzato soprattutto all’estero e in particolare in Inghilterra e Stati Uniti dove riceve ottime recensioni e numerosi passaggi radio. Forte delle buone premesse che arrivano da oltre confine, Malima si trasferisce in Olanda, spostando anche lo studio e quartier generale di Ophiuco ed è così che, tra Varese e Amsterdam, viene concepito e prende forma Hologram (Macaco Records/the house of love/EMA REC.). Terzo capitolo del lungo viaggio intrapreso da questa innovativa formazione, vede ospite alla voce anche il poliedrico performer Davide “Gammon” Scheriani. Con le sue atmosfere cinematografiche ed emozionali, Hologram sancisce inoltre l’ingresso di Ophiuco nella Factory the house of love diretta da Lory Muratti con il quale, la band comincia una stimolante collaborazione.

Pannello

ULTIMI ALBUM

Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani