Come un Gregge

Come un Gregge

Orizzonte delle Genti

2019 - Cantautoriale, Rock, Folk

Descrizione

Quasi tutti i testi di quest'album hanno una forte impronta sociale mentre gli stili d'arrangiamento risentono di varie influenze:folk-rock,dark , cantautorato Italiano (Guccini, De Andrè,Lolli,Fausto Rossi,Ciampi).
1) 9 Dicembre:Il tema é l'alienazione e con lei il tempo finito e prezioso in quanto parte reale della vita dell'individuo e non svuotato e degradato dai ritmi, dal lavoro seriale e sottopagato , dall' ambiente urbano impersonale della moderna società dei consumi.
La prima parte descrive appunto questo contesto urbano senza valore e canoni estetici che sotto le feste si rivela interamente, a chi si risveglia per un attimo dal flusso onirico della sopravvivenza, come specchio di una società decadente fondata sullo sfruttamento ed un benessere del tutto apparente.
La seconda parte descrive l' alienazione del lavoro in fabbrica che sottrae tempo e quindi vita alla protragonista, in un circolo vizioso che le permette solo di mantenersi a lavorare sussistendo attraverso prodotti di massa derivati dallo sfruttamento di altri come lei.
I due vivono il risveglio in luoghi diversi ma contemporaneamente, nel momento in cui inizia a piovere.
​2)Ballata per Ennedue(Uomini e no): Il testo è inspirato allo straordinario romanzo di E.Vittorini "Uomini e no".
3) Come un Gregge: Canzone di protesta folk-rock.
4)2 Giugno 2004:Il testo si riferisce a precisi avvenimenti accaduti in Italia nei giorni dedicati alla festa della Repubblica del 2004 che fu celebrata in modo particolarmente intenso, in occasione del viaggio del presidente Bush ricevuto con tutti gli onori dall'allora prsidente del consiglio Berlusconi e da papa Woytila .
I personaggi sono descritti in chiave decisamente ermetica. Nonostante si faccia riferimento ad un preciso contesto storico le riflessioni che trapelano sono ancora attuali.
5)Assolata Noia:Unica nell'album ad avere un impronta più intima e filosofica, descrive l'inquietudine, il tempo nelle sue molteplici declinazoni, l' amara cosapevolezza di un senso dell'esistere che scavalca l'individuo e si rivela in un circuito in cui la parte ha significato solo nel fluire del Tutto, l'infanzia come momento esclusivo , spontaneo e incorrotto del sè e che prepotentemente invade anche l'amore nel presente.
6) Valzer dei Precari: valzer acustico semiserio che descrive la situazione del precariato italiano

Credits

Voce e chitarra classica: Massimiliano Piantini
Basso elettrico: Simone Sonatori
Tastiere e fisarmonica: Alessandro Matteucci
Batteria: Frank Andiver(9 Dicembre)
Chitarra elettrica: Simone Sonatori

registrato con la Zenith Recordings-Lucca

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO