Il Progetto Pane prende corpo nel mezzo dei terribili anni ‘90, dall'incontro tra Claudio Orlandi(voce), Maurizio Polsinelli (pianoforte) e Vito Andrea Arcomano (chitarre). I primi anni sono dedicati al lavoro in studio, alla ricerca di un sound personale delicatamente introspettivo. Sul finire del '99 l'incontro col funambolico flauto di Claudio Madaudo vede le prime piume sul corpo del gruppo, sino all'introduzione del roccioso Ivan Macera alla batteria che non disdegna il silenzio se scolpito tra colonne di marmo.