Leggi la recensione

Descrizione

L’omaggio all’istrionico Charles Aznavour con un concerto speciale all’Alexanderplatz di Roma

Paolo Bernardi presenta il 12 novembre, all’Alexanderplatz di Roma, il nuovo disco “...Plays Aznavour”, dedicato ad una delle figure più interessanti della musica contemporanea francese e internazionale: Charles Aznavour. Il disco nasce dalla passione personale di Paolo Bernardi verso lo chansonnier, compositore, scrittore, nonché attore versatile ed apprezzato. Un “uomo per tutte le stagioni”, dunque, come tutte le grandi personalità del passato sia remoto che recente.
Canzoni come La Boheme, Com'è triste Venezia, L'amore è come un giorno, She, sono solo alcune delle perle del suo sterminato repertorio, che il quartetto ha deciso di reinterpretare secondo il proprio gusto e sensibilità. Il disco contiene anche due brani originali di Paolo Bernardi, Autoritratto inserito nel cd in un medley con un altro, famosissimo, di Aznavour: Hier Encore ed è stato inserito come sorta di “coda” al pezzo del cantante francese, quasi a voler essere un piccolo omaggio che simboleggiasse un'ideale continuità affettiva con la sua musica. Il secondo brano originale è Mon ami, ultimo brano del disco, un jazz waltz il cui andamento ternario e ballabile è piuttosto frequente nelle canzoni di Aznavour. Ma è anche “incastonato” da momenti più lirici e un po' sofferti che intendono suggerire anche altre atmosfere tipiche del suo modo di comporre.
www.paolobernardi.it

L’INFLUENZA DI CHARLES AZNAVOUR
Costituendo una vera, sincretica esemplificazione di tutti i generi coltivati dai musicisti della sua epoca, Aznavour ha da sempre esercitato un fortissimo fascino, soprattutto per la sua poliedricità negli arrangiamenti (dal bolero, al tango, allo swing appunto, alla canzone pop, alla romanza da camera). Il quartetto ha cercato perciò, in ogni brano, di esternare una caratteristica musicale particolare e attorno a quella, di volta in vota, ha lavorato.

Credits

CREDITI
Paolo Bernardi: pianoforte, arrangiamenti, musiche
Piercarlo Salvia: sax alto, clarinetto
Francesco De Palma: contrabbasso
Pietro Fumagalli: batteria

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati