Pierpaolo Lauriola I Cantori Ascolta e Testo Lyrics

Brano

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00

Descrizione I Cantori

I Cantori l'ho scritta pensando ai suoni e ai ritmi della mia terra d'origine. L'idea è nata dopo aver assistito ad un concerto di Vinicio Capossela al Carpino Folk Festival. A fine serata, durante la strada di ritorno, avevo in mente quei ritmi tarantolati che ho decorato con chitarre distorte e voce noise. Spesso la musica nasce da un desiderio di libertà. Vedi il Jazz ad esempio. Fu creato da persone che sono state liberate dalla schiavitù. Persone che fino a poco tempo prima venivano considerate all’ultimo gradino della scala sociale. Qualcosa di simile è successa in Brasile con il Samba. Qual’è il genere musicale che oggi ci serve per dire al mondo che siamo stati liberati da qualche catena? Le mie origini passano anche dalle campagne della Puglia. Da Giuseppe Di Vittorio ai Cantori di Carpino e Matteo Salvatore. In quei posti ho sentito quel genere di grido di libertà. La Tarantula Garganica è il ritmo portante di questa canzone. I timpani suonati con veemenza ne scandiscono la forza. Questa canzone la dedico a tutte le ombre che fanno luce sulle cose grandi.

Testo della canzone

Le vie sembravano vene
E le ore dei passi.
Milano, Londra, Berlino,
Ritimi tribali a Beirut,
Nebbia fitta a Varsavia,
Stare Mesto nel centro di Praga,
Sulle strade del Sud,
Sulle strade del Sud,
Sulle strade del Sud,
Ti chiamavano "la roccia del Gargano".

I cantori passano
Con la chitarra battente
E all'imbrunire ri-sorge la terra.
Tra spighe di grano ti porterò,
Le spighe di grano sono l'unico oro che ho.

Il cantore scrive per te
La canzone più bella che c'è
E anche se bella non è
È la nota più dolce per te.

I cantori cantano
La canzone più bella che c'è.
E la nota più dolce che scrivo è per te.

I cantori cantano con la chitarra battente
E all'imbrunire risorge la terra.
Tra spighe di grano ti porterò,
Le spighe di grano sono l'unico oro che ho.

Prendi l'aratro,
Ara la terra,
Attenzione al fosso,
Butta il concime nel solco.
Che poche parole conosci,
Per scrivere storie,
Ma tanta vita vissuta nei campi,
Tanta quanto basta per aiutarci a seminare un altro futuro.

Lalalalalalalala…

Il cantore canta per te la canzone più bella che c'è
E anche se bella non è
È la nota più dolce per te.

I cantori cantano
La canzone più bella che c'è.
E la nota più dolce che scrivo è per te.

Oggi, canta e suona con me.

Oggi.
Abdica.



Album che contiene I Cantori


Vai all'album Vai alla recensione

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani